Passa ai contenuti principali

Recensione i ragazzi della tempesta di Elle Cosimano

Buongiorno lettori,
oggi vi parlo della nuova uscita targata Rizzoli (che ringrazio ancora per la copia omaggio).
Un libro perfetto per gli amanti di Divergent e Hunger games. 
Un libro che vi trasporterà nella lotta ciclica della Natura.



Trama
Scelta numero uno: vivere o morire. In una gelida notte d'inverno, Jack Sommers è chiamato a scegliere tra vivere per sempre, secondo le antiche leggi magiche di Gaia, o morire. Jack sceglie di vivere e in cambio da quel momento in poi sarà un Inverno. Come le altre Stagioni, ogni anno Jack deve dare la caccia e uccidere chi viene prima di lui. Le leggi di Gaia sono chiare: l'Inverno uccide l'Autunno, l'Autunno uccide l'Estate, l'Estate uccide la Primavera, la Primavera uccide l'Inverno. Questo significa che Jack uccide Amber. Amber uccide Julio. Julio uccide Fleur. E Fleur uccide Jack. Sono tutti addestrati a cacciare e uccidere, e tutti a turno muoiono. Ma quando Jack e Fleur - Inverno e Primavera - sono attratti l'uno dall'altra contro ogni buon senso e regola della natura, la legge spietata che governa le loro vite eterne a un tratto diventa qualcosa di personale e di doloroso. Fleur verrà bandita per sempre, se insieme non troveranno il modo per fermare il ciclo naturale delle cose. Quando le quattro Stagioni si coalizzano, mettendo a rischio la loro immortalità in cambio di amore e libero arbitrio, la loro fuga attraverso il Paese li condurrà in un luogo in cui saranno costretti a difendersi contro un creatore che vuole annientarli.

RECENSIONE:
Ci troviamo in un mondo dove dei ragazzi, in punta di morte, devono decidere se morire definitivamente o diventare una Stagione. Ma, come ogni cosa, ci sono delle conseguenze:

"Il nostro compito è darci la caccia, ucciderci e rimandarci a
casa: qualunque altro genere di contatto tra noi è esplicitamente vietato. L’intero sistema è pensato per tenerci separati. Per tenerci in riga. Per conservare l’equilibrio della natura "

La Primavera deve uccidere l'inverno, l'estate deve far fuori la primavera, l'autunno deve terminare l'estate e l'inverno cacciare l'autunno.... è come se Hunger Games si mischiasse a Jack Frost: combattimenti, ribellioni, evasioni, lavoro di squadra.

"Una stagione che sta per iniziare è quasi impossibile da uccidere, e quando raggiunge quella che sta per finire, quest'ultima è debolissima in confronto. E anche se si presentassero la fortuna o le circostanze per fare diversamente, le punizioni per chi rompe il ciclo basterebbero a far passare a chiunque di noi la voglia di provarci. Scappare, nasconderci e alla fine morire: è questo che facciamo. In conformità alla legge della natura".

Le regole sono molto rigide ma Jack si sta innamorando di Fleur, la primavera, il cui compito è di eliminarlo ma i sentimenti reciproci la stanno portando in fondo alla classifica e questo significa ricondizionamento o l'epurazione.
Il ricondizionamento è la modificazione del comportamento attraverso punizioni comportamentali. Se due stagioni interagissero, le conseguenze sarebbero catastrofiche: caos, uragani, terremoti, inondazioni, carestie... L'equilibrio deve essere preservato.
Se, una stagione, finisse sotto la linea rossa della classifica, allora ci sarebbe l'epurazione: Gaia, la personificazione della Natura e della Terra, reclama la magia che è legata all'anima umana, uccidendo per sempre quel guscio.

"Secondo la leggenda, in principio esistevano solo loro: Cronos e Ananke, il Tempo e l'Inevitabilità. Poi le loro braccia cinsero il Caos, una distesa ancora vuota che conteneva solo materia ed energia, e ne presero il controllo: così nacque Gaia. La sua immagine si materializza in fondo al corridoio, con i capelli d'argento e gli occhi colmi di luce, intenta a trarre aria, acqua, vento e fuoco dall'oscurità dello sfondo. E dai quattro elementi Gaia fece noi, le stagioni. Cronos ama ripetere che la nostra magia proviene dal Caos e che quindi, proprio come nostra madre, noi siamo pericolosi e imprevedibili.. è persuaso che l'unica cosa capace di mantenerci in equilibrio sia il pugno di ferro"

Jack e Fleur rischieranno di il tutto e per tutto per stare insieme, rompere il ciclo naturale del Mondo e trovare un altro modo per sopravvivere oppure continueranno ad amarsi di nascosto?

Quello che ho amato di questo libro è l'idea. Avrei preferito un capito sull'origine dell'Incarnazione delle stagione ma, va bene così, perché la storia mi ha completamente catturata. Il libro è ambientato sulla Terra, le stagioni camminano con noi, sono esseri umani immortali che possono comandare gli elementi. Non  viene esplorato in modo approfondito i doni di ogni stagione nè cosa fanno durante la loro Stagione.
Sappiamo però che quando vengono uccisi vengono messi a "caricare" nella Stasi.
"Il tempo è fisso. La morte inevitabile" 

Il romance presente nel libro è prevedibile ma adorabile. 
Amber e Julio, rispettivamente autunno ed estate, mi hanno fatto morire. Ho tifato per loro dall'inizio alla fine. 
Jack e Fleur (inverno e primavera, nonché personaggi principali) sono la tipica coppia piena di cliché, che già sai che si metteranno insieme dopo 5 secondi. Nonostante questo, ci si affeziona a loro automaticamente.

Ogni personaggio è caratterizzato in maniera netta e riconoscibile, tranne i Supervisori (sono dei conduttori, delle persone che, attraverso video e audio, aiutano i loro protetti durante la caccia). Ho trovato difficile riconoscerli subito.
Jack teme la morte, è un leader ma è anche altruista e farebbe di tutto- incluso morire- per salvare chi ama.
Fleur è compassionevole, forte, empatica.
Amber è la badass del gruppo, Autunno, forte, mortale, ma sotto sotto nasconde un cuore gentile.
Infine abbiamo Estate, Julio, lui è divertente, carismatico e affascinante. Un amante della Vita e un amico prezioso.

"L'inevitabilità è intrinsecamente legata alle nostre scelte. E, nel momento in cui scegliamo, siamo noi le uniche persone al mondo a sapere cosa c'è nel nostro cuore."


La scrittura risulta molto scorrevole e, anche se il finale non mi ha travolto in un mare di lacrime, devo ammettere che l'ho trovato perfetto per questo distopico/ urban fantasy/young adult. 

"Per amare serve più coraggio che per lottare"

Non è un libro perfetto ma, se preso con leggerezza e se siete amanti di Hunger Games o Divergent, vi piacerà.
Sebbene sia il primo volume di una duologia, i lettori avranno la sensazione che il libro sia completo così. Cosa ci aspetterà nel secondo volume?

"A un certo punto, ogni stagione sa che è il momento di scomparire. Ecco perchè la neve scioglie e i mari si scaldano. Ecco perchè le foglie cambiano colore e i fiori appassiscono. Perchè dopo un pò non siamo più abbastanza forti per resistere. Alla fine, tutti molliamo. Ma questo non vuol dire che ce ne andiamo in silenzio."

Commenti

Post popolari in questo blog

Recensione Viaggio Al Centro Della Terra Di Jules Verne

Ciao a tutti. come state? Oggi vi parlo di un grande classico, un libro che tutti noi dovremmo leggere, un libro che ha ispirato un film fantastico. Parlo del Viaggio al Centro della Terra. AUTORE: JULES VERNE nacque a Nantes, l'8 febbraio 1828. A d  undici anni,  gi mosso  dallo spirito d'avventura, cerc di imbarcarsi clandestinamente sulla nave La Coralie, ma fu scoperto per tempo e  bloccato  dal padre. A vent'anni si trasfer a Parigi per studiare legge, e nella capitale entr in contatto con il miglior mondo intellettuale dell'epoca. Frequent soprattutto la casa di Dumas padre, dal quale venne incoraggiato nei suoi primi tentativi letterari. Intraprese dapprima la carriera teatrale, scrivendo commedie e libretti d'opera; ma lo scarso successo lo costrinse nel 1856 a cercare un'occupazione pi redditizia presso un agente di cambio a Parigi. Un anno dopo sposava Honorine Morel. Nel frattempo entrava in contatto con l'editore Hetzel di Parigi e,

Recensione la corte di fiamme e argento di Sarah J.Maas

  Torna a stupirci la queen dei fae con il suo nuovo e attesissimo romanzo ACOSF, libro dedicato interamente a Nesta, sorella di Feyre. AMAZON: https://amzn.to/3b5xWHn TRAMA: Nesta Archeron non è quel che si dice un tipo facile: fiera del suo carattere spigoloso, è particolarmente facile alla rabbia e poco incline al perdono. E da quando è stata costretta a entrare nel Calderone ed è diventata una Fae contro la sua volontà, ha cercato in ogni modo di allontanarsi dalla sorella e dalla corte della Notte per trovare un posto per sé all’interno dello strano mondo in cui è costretta a vivere. Quel che è peggio è che non sembra essere ancora riuscita a superare l’orrore della guerra con Hybern. Di certo non ha dimenticato tutto ciò che ha perso per colpa sua. A rendere ancora più irritante la sua situazione, poi, ci pensa Cassian, apparentemente dotato di una naturale predisposizione a farle perdere il controllo. Ogni occasione è buona per stuzzicarla e provocarla, rendendo però allo stesso

Recensione La Trilogia Delle Gemme Di Kerstin Gier

Ciao a tutti come state? Come avete passato il Natale? Oggi vi vorrei parlare della trilogia delle gemme che ho letto un paio di giorni fa. AUTRICE: Ha studiato musicologia, germanica e anglistica, prima di passare allo studio di pedagogia della comunicazione e della psicologia, laureandosi poi in educazione e divenendo insegnante. Dopo diversi lavori, nel 1995 ha iniziato a scrivere romanzi femminili. Vive con il marito e il figlio in un villaggio vicino a Bergisch Gladbach. Dal suo primo libro,  Männer und andere Katastrophen  (1996), è stato realizzato il film omonimo con Heike Makatsch nel ruolo della protagonista.Nel 2005 ha ricevuto il  Premio Delia  internazionale di letteratura per  Ein unmoralisches Sonderangebot , come miglior libro di letteratura romantica in lingua tedesca. Della  Trilogia delle gemme  è stata realizzata una serie di film: il primo,  Ruby Red , è uscito in Germania il 14 marzo 2013; il secondo,  Ruby Red II , è uscito il 7 agosto 2014, mentre il te