Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2020

Recensione Gioco sporco

 Buongiorno readers, oggi vi parlo di una criminal novel nata dalla penna di Chiara Casalini, pronti? Trama: Nika e il Ronin, una cantante e un criminale. La musica li porta a incontrarsi e il sesso occasionale diventa un gioco. Nika è stata spezzata dalla vita, in lui vede l’occasione per imparare qualcosa e liberarsi dai demoni del passato, nonostante il pericolo. Il Ronin trova in lei la preda perfetta, un’anima che non vuole piegarsi. È una sfida che rompe la noia e gli permette di fare ciò che più lo diverte: entrare nella mente altrui per manipolarla e soggiogarla. Quanto sapranno giocare sporco per i propri scopi? DISCLAIMER: Il racconto è un prequel di "La casa di incubi e stelle" e "Nika. La schiavitù del silenzio". Contiene scene e linguaggio espliciti, per cui la lettura è consigliata a un pubblico adulto e consapevole. Recensione: Ci sono autrici che hanno la capacità di farti sanguinare e Chiara Casalini è senza dubbio una di quelle. La sua scrittura è

Recensione un matrimonio a Dicembre di Sarah Morgan

 Buongiorno lettori, finalmente trovo il tempo di scrivere la mia opinione su questo meraviglioso libro: Un matrimonio a Dicembre di Sarah Morgan. AMAZON: https://amzn.to/3au0Gd2 TRAMA: La famiglia White è riunita al completo nell’idilliaco paesino di Aspen. È dicembre e la neve incornicia quello che è un evento lungamente atteso da tutti loro: il matrimonio della piccola di casa, Rosie. I genitori, Maggie e Nick, sono determinati a festeggiare come si deve. Ma quello che nessuno sa è che nascondono un segreto, stanno per divorziare. Vivono separati ormai da sei mesi e l’ultima cosa che desiderano è essere intrappolati, insieme, in un inverno irresistibilmente romantico. Anche la maggiore delle sorelle White, Katie, teme questo matrimonio. È convinta che Rosie stia facendo un grave errore. Ed è determinata a salvarla da se stessa. Se solo Jordan, l’affascinante testimone di nozze, la smettesse di mettersi sempre nel mezzo... Rosie, la sposa, non vuole confessarlo, ma è tormentata dai d

Recensione Wait for me

 Buongiorno! Dopo mesi e mesi, è arrivato il mio momento di parlarvi del romanzo "Wait for me" di Sara Masvar.  La nostra è una storia che non ha bisogno di didascalie. Trama:MSN - Primavera 2004 Due adolescenti come tanti, per caso, si incontrano su una piattaforma di gioco di ruolo online. Yale e Ginger. Si parlano e subito si capiscono, diventano qualcosa che non ha bisogno di didascalie. Non sarà semplice esserci ma loro, l'una per l'altro, ci saranno sempre. Firenze - Estate 2019 Due trentenni come tanti, per caso, si incontrano a un concerto rock. Ester e Mattia. Si guardano e subito si riconoscono. Il volto l'uno dell'altra lo hanno impresso a fuoco nella mente. Non si sono mai visti, certo, ma si conoscono da sempre. Ginger è Ester, Yale è Mattia. Fra occasioni perse, momenti (in)felici, relazioni collaterali e troppi km di distanza la loro vita, nonostante tutto e tutti, è andata avanti. Ma alcune mancanze, per entrambi, sono sempre present

Recensione Blood red paint

Buongiorno lettori! Oggi vi presento un libro un po' fuori dalla mia comfort zone, ma che ho apprezzato molto. Si tratta di "Blood red paint" di Roberto Monti. https://amzn.to/3n4fTF9 Tap Town aveva visto e vissuto qualsiasi tipo di crimine. Trama: Tap Town non dorme mai sonni tranquilli. Il detective Thomas Hardy deve indagare sul caso dei writers, teppisti armati di bomboletta spray che imbrattano ogni superficie della città del crimine. Per Hardy sembra quasi una punizione essere stato relegato su un caso di secondo piano, ma altri crimini si intrecciano al suo caso e lui, indirettamente, riesce a incrociare le indagini a suo piacimento. Così la Street Art costantemente sul confine tra arte e vandalismo, diviene il centro di tutto in una cupa metropoli dell'illegalità, in cui ogni abitante ha sempre un proiettile col suo nome scritto sopra. Dall'autore di Blue Room Hotel, il secondo capitolo della serie noir "I Delitti di Tap Town", che sta conquistan

Recensione Roe e il segreto di Overville

Buongiorno readers! Oggi vi parlo di "Roe e il segreto di Overville" il primo romanzo di Daniele Giannazzo, nonché seconda Casellina spuntata nel bingo natalizio per me! Trama: "Qualunque cosa succeda, non tradire mai te stessa, non fare mai niente che tu non voglia, non fingere di essere ciò che non sei per piacere agli altri." Roe ha bene in mente queste parole: Adele, la sua amata zia, la donna che si è presa cura di lei da quando, neonata, ha perso entrambi i genitori, gliele ripete continuamente, da sempre. E per Roe sono ancora più preziose ora che sta per iniziare la sua nuova vita a Overville, una piccola e deliziosa città che facilmente potrebbe essere scambiata per il set di "Una mamma per amica". Qui dovrà vivere per oltre un anno, ospite della nonna, la ricchissima Eloise Sanders. Peccato che per lei però sia una totale sconosciuta dato che nei quindici anni precedenti non si è fatta mai vedere né sentire. Ma, pur essendo preoccupata per questa

Recensione Solamente tu

 Buongiorno readers! Oggi vi parlo del primo libro che ho letto per la readathon #unnataleinquarantena. Si tratta di Solamente tu di Alice Marcotti. Se ne andò in silenzio, lasciandomi sola e facendomi rendere conto di quanto il nostro rapporto fosse volubile. Trama:Taylor Wilson non ha mai pensato all’amore, anzi, è sempre stato l’ultimo dei suoi problemi. Ha sempre vissuto una vita senza freni e non si è mai fermata davanti a niente. Eppure, con Tristan è diverso: ci sono troppe cose di lui che la attirano. Nonostante abbiano da sempre un rapporto più che intimo, Taylor decide di chiudere la loro relazione una volta per tutte. La posta in gioco è troppo alta. Tristan Curtis però, non ha nessuna intenzione di rinunciare a lei. Sette giorni, è tutto ciò che le chiede. Una settimana, che per lui sarà l'ultima occasione per farle cambiare idea, o lasciarla andare per sempre. Le loro vite, nonostante quella decisione, saranno sempre legate e il destino, per loro, ha in mente altri p

Recensione Gideon la nona

 Buongiorno readers! Oggi vi parlerò di un libro che avevo atteso con tanto entusiasmo, ma che mi ha delusa molto. Si tratta di Gideon la nona di Tamsyn Muir. «Nonagesimus» le disse lentamente, «l’unico lavoro che farei per te è tenerti ferma la spada mentre ti ci butti sopra [...]» Trama: Allevata da ostili monache calcificate, valletti vetusti e un’infinità di scheletri, Gideon è pronta ad abbandonare una vita di schiavitù – nell’aldiquà – e una da cadavere rianimato – nell’aldilà. Prenderà la sua spada, le sue scarpe e le sue riviste zozze e si preparerà a un’audace fuga. Ma la nemesi della sua infanzia non la lascerà di certo andare senza chiederle qualcosa in cambio. Harrowhark Nonagesimus, Reverenda Figlia della Nona Casa e prodigio della magia ossea, è stata convocata. L’Imperatore ha invitato tutti gli eredi delle sue fedeli Case a prendere parte a un torneo all’ultimo sangue fatto di astuzia e abilità. Se Harrowhark avrà successo, diventerà un’onnipotente servitrice immortal