Passa ai contenuti principali

Recensione Sulle tracce di Jack Lo Squartatore

Buongiorno readers! Eccomi finalmente ad iniziare questa nuova avventura come contributor del blog. Non vedevo l'ora di scrivere la prima recensione e sono contenta di farlo con il libro Sulle tracce di Jack lo squartatore letto in anteprima per Oscarvault e che uscirà ufficialmente il 15 settembre in tutte le librerie.


Trama : È stata cresciuta per essere la perfetta dama dell’alta società vittoriana, ma Audrey Rose Wadsworth vede il proprio futuro in modo molto diverso. Dopo aver perso l’amatissima madre, è decisa a comprendere la natura della morte e i suoi meccanismi. Così abbandona l’ago da ricamo per impugnare un bisturi da autopsia, e in segreto inizia a studiare Medicina legale. Presto viene coinvolta nelle indagini sull’assassino seriale noto come Jack lo Squartatore e, con orrore, si rende conto che la ricerca di indizi la porta molto più vicina al suo mondo ovattato di quanto avrebbe mai creduto possibile.

Ispirato agli efferati crimini irrisolti che hanno insanguinato la Londra di fine Ottocento, lo strabiliante romanzo d’esordio di Kerri Maniscalco tesse un racconto ricco di atmosfera che intreccia bellezza e oscurità, in cui una ragazza vittoriana molto moderna scopre che non sempre i segreti che vengono sepolti lo rimangono per sempre.

Perché dovevo per forza essere docile e rispettabile, o curiosa e disgraziata? Io ero una ragazza rispettabile, anche se dedicavo il tempo libero a studiare teorie scientifiche e a dissezionare morti.



Recensione: Aspettavo questo libro con impazienza e aspettative altissime, per cui quando ho iniziato la lettura ero già in pieno mood. La storia di Jack lo squartatore mi ha sempre affascinata, trovando nel macabro e nel dolore una risvolto sociale e psicologico interessante, per cui era ovvio che volessi leggerne anche questa rivisitazione.

Audrey Rose è una ragazza londinese del 1800, nata in una famiglia dell'alta società e cresciuta per farne parte. Eppure, dopo la morte della madre qualcosa si rompe negli equilibri familiari. Il padre, ormai terrorizzato da ogni possibile malattia, vorrebbe tenerla al sicuro rinchiusa in casa. Una bambola delicata sotto una teca di vetro. Per fortuna per la ragazza, suo fratello è dalla sua parte e cerca di coprirle le spalle per lasciarle fare ciò che più ama. Sezionare cadaveri.


Già, perché Audrey Rose ha una mente analitica e scientifica che non accetta di conformarsi alle regole della società, e tutti i giorni sgattaiola a casa dello zio, medico e professore universitario, per farsi insegnare il mestiere. La troviamo così, dalla prima pagina, con le braccia infilate fino ai gomiti in un cadavere, intenta a fare un'autopsia. Al suo fianco ci sarà Thomas, studente prediletto dello zio e brillante osservatore. Così, quando gli omicidi di Jack lo squartatore hanno inizio, va da sé che questo trio un po' macabro si ritroverà ad indagare sulle morti alla ricerca del colpevole.

La Maniscalco ha costruito una perfetta ambientazione, dalle tinte fosche e a tratti inquietanti. Per tutta la lettura si è avvolti dai dubbi, le paure e i sospetti di Audrey. I dettagli più splatter sono raccontati con precisione, senza mai cadere nel morboso e le dinamiche si svolgono con un ritmo sempre più incalzante. È stata una lettura coinvolgente, che ha saputo rapire la mia attenzione e trascinarmi tra le strade buie e paurose della Londra ottocentesca.

Unica pecca, per me, la parte psicologica. Sebbene ci sia in più momenti un'introspezione da parte di Audrey Rose, sul bene e il male, sulla moralità e su ciò che a volte si desidera, ma che scontra con l'etica, ho sempre avuto l'impressione di essere rimasta in superficie. Avrei desiderato scavare più a fondo nella sua mente, e in quella degli altri personaggi. Non solo le emozioni piu dirette, quelle che chiunque può raccontare, ma uno sguardo ancora più giù, alla ricerca di qualcosa di più complesso. 

Al di là di questo, è stata una lettura piacevole, che mi ha affascinata e coinvolta e che consiglio senza dubbio. Anche perché, alla fine, ho avuto subito voglia di passare al secondo volume... e questo la dice lunga su quanto mi sia appassionata alla storia di Audrey Rose.

Io sono imprevedibile, e voi l’adorate. Proprio come io adoro il fatto che il mio cervello sopraffino non sia in grado di intuire l’equazione che vi governa».

PS menzione d'onore per Thomas, la controparte maschile che risulta decisamente un personaggio affascinante e promettente.

Alla prossima recensione, 

Roby 😊

Commenti

Post popolari in questo blog

Recensione Viaggio Al Centro Della Terra Di Jules Verne

Ciao a tutti. come state? Oggi vi parlo di un grande classico, un libro che tutti noi dovremmo leggere, un libro che ha ispirato un film fantastico. Parlo del Viaggio al Centro della Terra. AUTORE: JULES VERNE nacque a Nantes, l'8 febbraio 1828. A d  undici anni,  gi mosso  dallo spirito d'avventura, cerc di imbarcarsi clandestinamente sulla nave La Coralie, ma fu scoperto per tempo e  bloccato  dal padre. A vent'anni si trasfer a Parigi per studiare legge, e nella capitale entr in contatto con il miglior mondo intellettuale dell'epoca. Frequent soprattutto la casa di Dumas padre, dal quale venne incoraggiato nei suoi primi tentativi letterari. Intraprese dapprima la carriera teatrale, scrivendo commedie e libretti d'opera; ma lo scarso successo lo costrinse nel 1856 a cercare un'occupazione pi redditizia presso un agente di cambio a Parigi. Un anno dopo sposava Honorine Morel. Nel frattempo entrava in contatto con l'editore Hetzel di Parigi e,

Recensione la corte di fiamme e argento di Sarah J.Maas

  Torna a stupirci la queen dei fae con il suo nuovo e attesissimo romanzo ACOSF, libro dedicato interamente a Nesta, sorella di Feyre. AMAZON: https://amzn.to/3b5xWHn TRAMA: Nesta Archeron non è quel che si dice un tipo facile: fiera del suo carattere spigoloso, è particolarmente facile alla rabbia e poco incline al perdono. E da quando è stata costretta a entrare nel Calderone ed è diventata una Fae contro la sua volontà, ha cercato in ogni modo di allontanarsi dalla sorella e dalla corte della Notte per trovare un posto per sé all’interno dello strano mondo in cui è costretta a vivere. Quel che è peggio è che non sembra essere ancora riuscita a superare l’orrore della guerra con Hybern. Di certo non ha dimenticato tutto ciò che ha perso per colpa sua. A rendere ancora più irritante la sua situazione, poi, ci pensa Cassian, apparentemente dotato di una naturale predisposizione a farle perdere il controllo. Ogni occasione è buona per stuzzicarla e provocarla, rendendo però allo stesso

Recensione La Trilogia Delle Gemme Di Kerstin Gier

Ciao a tutti come state? Come avete passato il Natale? Oggi vi vorrei parlare della trilogia delle gemme che ho letto un paio di giorni fa. AUTRICE: Ha studiato musicologia, germanica e anglistica, prima di passare allo studio di pedagogia della comunicazione e della psicologia, laureandosi poi in educazione e divenendo insegnante. Dopo diversi lavori, nel 1995 ha iniziato a scrivere romanzi femminili. Vive con il marito e il figlio in un villaggio vicino a Bergisch Gladbach. Dal suo primo libro,  Männer und andere Katastrophen  (1996), è stato realizzato il film omonimo con Heike Makatsch nel ruolo della protagonista.Nel 2005 ha ricevuto il  Premio Delia  internazionale di letteratura per  Ein unmoralisches Sonderangebot , come miglior libro di letteratura romantica in lingua tedesca. Della  Trilogia delle gemme  è stata realizzata una serie di film: il primo,  Ruby Red , è uscito in Germania il 14 marzo 2013; il secondo,  Ruby Red II , è uscito il 7 agosto 2014, mentre il te