Passa ai contenuti principali

Recensione Pumpkinheads di Raindbow Rowell

 Buongiorno lettori,

oggi vi parlo di una graphic novel super carino e molto dolce.

Sicuramente lo avrete visto in giro per il web. Sto parlando di Pumpkinheads della Rowell


TRAMA:

Josiah è pronto a passare tutta la notte crogiolandosi nella malinconia (è un tipo malinconico). Ma Deja ha un piano: e se, invece che deprimersi, e invece della solita zuppa di fagioli alla Casetta del Mais e Fagioli, facessero il botto? Potrebbero visitare tutti gli stand della fiera. Assaggiare tutto. E forse Josiah potrebbe perfino parlare con quella ragazza carina su cui fantastica da tre anni.

L’amata scrittrice Rainbow Rowell e l’artista vincitrice dell’Eisner Award Faith Erin Hicks si sono unite per creare questa storia tenera e divertente su due adolescenti che imparano cosa significhi dire addio a un posto – e a una persona – senza rimpianti.



RECENSIONE:

Una graphic novel dolce e super cute.

I colori autunnali, il campo di zucche, i dolci, gli stand gastronimici...riuscivo a sentire tutti gli odori tipici dell'autunno pagina dopo pagina. 


La sensazione di anticipazione e nostalgia è esattamente ciò che Pumpkinheads cattura mentre Deja e Josiah, i migliori amici stagionali, si preparano a lasciare i loro giorni al campo di zucche - e la loro infanzia - alle spalle per sempre perché, presto, inizierà un nuovo capitolo della loro vita: il college.


Josiah è innamorato della ragazza dei dolci ma non ha mai avuto il coraggio di dichiararsi. Deja, una ragazza spiritosa ed estroversa che attrae - ed è attratta da - ragazzi e ragazze allo stesso modo decide che questo sarà l'anno di svolta, di fatti, farà di tutto per aiutare Josiah, che segue le regole ad uscire dalla sua zona di comfort, a rischiare e parlare con la ragazza dei suoi sogni invece di struggersi per lei da lontano.


Adoro Deja: Ho amato che sia stata descritta come una bi che AMA il cibo! Come lei, amo mangiare.  Il cibo è vita e un piacere e, ai nostri protagonisti capiterà veramente di tutto:  un furfante di merendine, una capra evasa dal recinto, varie tappe spuntino e una corsa contro il tempo per parlare con la ragazza dei dolci.

Josiah, dall'altra parte, è timido, insicuro, generoso, altruista ed incredibilmente goffo.

Deja è la sua forza, insieme sono equilibrio.

Ho amato la complicità dei nostri ragazzi, peccato per un finale con un cliché che non ho apprezzato. Altrimenti sarebbe stato un 5☆ pieno.

Una graphic novel che si legge in mezz'ora, bellissimo, divertente, non troppo sdolcinato, che ci insegna che le persone non sono come li idealizziamo e che dire addio non è sempre difficile.

Visivamente brillante e accattivante nei rossi autunnali, arance e gialli, l'arte migliora questa immagine accattivante dell'amore adolescenziale.

Bello, bello, bello. 
Una storia sorprendentemente profonda sulle ultime possibilità e sul cambiamento. 

Un libro affascinante da assaporare al meglio in un pomeriggio piovoso con tè caldo, un maglione accogliente e una candela profumata.





Commenti

Post popolari in questo blog

Recensione Viaggio Al Centro Della Terra Di Jules Verne

Ciao a tutti. come state? Oggi vi parlo di un grande classico, un libro che tutti noi dovremmo leggere, un libro che ha ispirato un film fantastico. Parlo del Viaggio al Centro della Terra. AUTORE: JULES VERNE nacque a Nantes, l'8 febbraio 1828. A d  undici anni,  gi mosso  dallo spirito d'avventura, cerc di imbarcarsi clandestinamente sulla nave La Coralie, ma fu scoperto per tempo e  bloccato  dal padre. A vent'anni si trasfer a Parigi per studiare legge, e nella capitale entr in contatto con il miglior mondo intellettuale dell'epoca. Frequent soprattutto la casa di Dumas padre, dal quale venne incoraggiato nei suoi primi tentativi letterari. Intraprese dapprima la carriera teatrale, scrivendo commedie e libretti d'opera; ma lo scarso successo lo costrinse nel 1856 a cercare un'occupazione pi redditizia presso un agente di cambio a Parigi. Un anno dopo sposava Honorine Morel. Nel frattempo entrava in contatto con l'editore Hetzel di Parigi e,

Recensione La Trilogia Delle Gemme Di Kerstin Gier

Ciao a tutti come state? Come avete passato il Natale? Oggi vi vorrei parlare della trilogia delle gemme che ho letto un paio di giorni fa. AUTRICE: Ha studiato musicologia, germanica e anglistica, prima di passare allo studio di pedagogia della comunicazione e della psicologia, laureandosi poi in educazione e divenendo insegnante. Dopo diversi lavori, nel 1995 ha iniziato a scrivere romanzi femminili. Vive con il marito e il figlio in un villaggio vicino a Bergisch Gladbach. Dal suo primo libro,  Männer und andere Katastrophen  (1996), è stato realizzato il film omonimo con Heike Makatsch nel ruolo della protagonista.Nel 2005 ha ricevuto il  Premio Delia  internazionale di letteratura per  Ein unmoralisches Sonderangebot , come miglior libro di letteratura romantica in lingua tedesca. Della  Trilogia delle gemme  è stata realizzata una serie di film: il primo,  Ruby Red , è uscito in Germania il 14 marzo 2013; il secondo,  Ruby Red II , è uscito il 7 agosto 2014, mentre il te

Recensione la corte di fiamme e argento di Sarah J.Maas

  Torna a stupirci la queen dei fae con il suo nuovo e attesissimo romanzo ACOSF, libro dedicato interamente a Nesta, sorella di Feyre. AMAZON: https://amzn.to/3b5xWHn TRAMA: Nesta Archeron non è quel che si dice un tipo facile: fiera del suo carattere spigoloso, è particolarmente facile alla rabbia e poco incline al perdono. E da quando è stata costretta a entrare nel Calderone ed è diventata una Fae contro la sua volontà, ha cercato in ogni modo di allontanarsi dalla sorella e dalla corte della Notte per trovare un posto per sé all’interno dello strano mondo in cui è costretta a vivere. Quel che è peggio è che non sembra essere ancora riuscita a superare l’orrore della guerra con Hybern. Di certo non ha dimenticato tutto ciò che ha perso per colpa sua. A rendere ancora più irritante la sua situazione, poi, ci pensa Cassian, apparentemente dotato di una naturale predisposizione a farle perdere il controllo. Ogni occasione è buona per stuzzicarla e provocarla, rendendo però allo stesso