Passa ai contenuti principali

Recensione duologia fratelli Montague di Mackenzi Lee

 Buongiorno lettori,

oggi vi parlo del nuovo doubleface targato Oscar Vault


Guida ai Vizi e alle Virtù per Giovani Gentiluomini / Guida ai Pizzi e alla Pirateria per Giovani Gentildonne

AMAZON:https://amzn.to/349Ym7g

TRAMA:

Guida ai Vizi e alle Virtù per Giovani Gentiluomini

Henry “Monty” Montague è nato per essere un gentiluomo, ma né i collegi più esclusivi d’Inghilterra né la disapprovazione del padre sono riusciti a imbrigliare le sue passioni: il gioco, il buon vino, e l’amore di una donna. O di un uomo. Monty si è infatti innamorato perdutamente del suo migliore amico, Percy, con il quale parte per il Grand Tour: un ultimo anno di fuga e di follie edonistiche prima di assumersi le sue responsabilità di lord. Ma un’incauta decisione trasformerà quel viaggio in una caccia all’uomo attraverso l’Europa, mettendo in discussione tutto il mondo di Monty.




AMAZON:https://amzn.to/349Ym7g

TRAMA:

Guida ai Pizzi e alla Pirateria per Giovani Gentildonne

Felicity Montague ha due obiettivi nella vita: evitare il matrimonio con Callum Doyle e iscriversi alla facoltà di medicina, riservata agli uomini. Una speranza però c’è: l’eccentrico dottor Alexander Platt sta cercando assistenti. Felicity dovrebbe recarsi da lui in Germania, ma non ha i soldi per il viaggio. Fortunatamente una donna misteriosa si offre di pagarglielo, purché la porti con sé travestita da sua cameriera. Quali sono i veri motivi di tanta insolita generosità?


RECENSIONE:

Oggi vi parlerò di questa duologia. 

Parto dicendo che la recensione sarà priva di spoiler e che sarò onesta al 100%.

Prima di tutto vorrei ringraziare la Oscar Vault per avermi omaggiato con la copia cartacea. Hanno fatto un lavoro eccellente. Le sprayed edges, il double face, la novella extra, i dettagli sono minuziosi, curati ed estremamente belli. 


All'inizio la storia può sembrare molto semplice e lineare. Inizia tutto nel XVIII secolo con Monty, l'erede delle famiglia Montague, una casata nobile che dovrà guidare finanziariamente. Peccato che il nostro protagonista non sia minimamente intenzionato ad abbandonare la sua vita fatta da alcool e divertimento.

Monty è innamorato del suo migliore amico Percy. Il problema? Non sa come dirglielo e ha paura che lui non ricambi.

Percy e Monty sono uno l'opposto dell'altro, un filo che unisce due estremità. Percy è tranquillo, altruista, spontaneo e responsabile....è il cuore pulsante di questo romanzo; Monty, è quello irresponsabile, un ragazzo goffo, civettuolo, altezzoso, che ama bere, dormire ed infrangere le regole... La loro amicizia è molto solida, e condividono una facile intimità fisica che, di certo, non era comune tra due uomini nel diciottesimo secolo. 

Durante il diciottesimo secolo le persone non si identificavano come "omosessuali" (una parola inventata nel 1868) o "eterosessuali" (1892). Era un tempo in cui uomini d'élite come Monty avevano molti privilegi sessuali: potevano dormire con chi volevano, anche se il sesso tra uomini era illegale e poteva essere duramente punito. Il romanzo cattura questo mondo descrivendo Monty come attratto da un'ampia varietà di persone, donne e uomini. Tecnicamente, oggi sarebbe chiamato "bisessuale" (1914). Ma, allora, era solo un rastrello.

Questo non li fermerà ad affrontare insieme il viaggio che cambierà per sempre la loro vita: il Grand Tour, un rito di passaggio per i giovani aristocratici maschi. Un viaggio che dura un anno in giro per l'Europa per visitare le città più ricche di storia.

Peccato che i piani di Monty vadano a monte:accompagnati dal Signor Lockwood ( che farà da guida e da mentore durante il viaggio) e dalla sorella minore di Monty, Felicity (che deve essere accompagnata alla scuola a Marsiglia che si trova lungo la strada), il tour verrà rovinato da eventi spiacevoli, sfortunati e tante deviazioni.

Vi dico solo che saranno presenti banditi, pirati e alchimia.

Mi è piaciuta moltissimo l'evoluzione emotiva e caratteriale di Monty. Se all'inizio del romanzo lo trovavo irritante ed ingenuo, alla fine l'ho compreso ed apprezzato.  Grazie alla narrazione in prima persona riusciremo a comprendere la sua identità multidimensionale: la sua voce è divertente, esilarante, affascinante e genuina. E a volte, come la voce di un ricco uomo bianco alla fine del XVIII secolo, anche incredibilmente incapace, offensivo ed egocentrico. Questo ha reso il romanzo più veritiero.

Personaggio che ho amato e che mi è entrato nel cuore più velocemente di un proiettile è stato Percy...la sua malattia, gli atteggiamenti razzisti, mi hanno fatto soffrire e mi hanno legata subito a questo personaggio così buono ed altruista.


Se cercate una storia che affronta tematiche come la diversità, un romance M/M, l'asessualità, la disabilità, il razzismo, l'ansia e lo stress post traumatico; 

se cercate una storia con una narrazione storica dettagliata e mai pedante; 

se cercate una storia semplice ma coinvolgente, allora questo è il libro che fa per voi.




E ora passiamo a "Guida ai pizzi e alla Pirateria per giovani gentildonne".

Prima non ho approfondito la figura di Felicity perchè, in questo volume, verrà approfondita in maniera esaustiva.

Questo libro si apre un anno dopo aver lasciato i nostri tre personaggi in balia del loro futuro.

Felicity mi aveva subito colpita: la sua intelligenza, il coraggio, la sua tenacia e il non avere peli sulla lingua mi avevano incuriosita.

Se in "Guida ai vizi e alla virtù per giovai gentiluomini" la vediamo come una ragazzina sempre intenta a leggere, qui, la ritroviamo a lavorare per un fornaio mentre manda curriculum alle scuole di medicina, senza successo.

Felicity brama ardentemente diventare un medico. L'amore che prova per la medicina è immenso, tant'è che nel suo cuore non c'è spazio per un amore romantico o per una vita all'insegna di bambini, corsetti e pizzi. Sarà quando Callum, il giovane titolare della pasticceria dove Felicity lavora, la chiederà in moglie che la giovane deciderà di rifugiarsi da Monty e Percy, perchè nessun fallimento sarebbe più grande che abbandonare il proprio sogno.

Per realizzare i suoi sogni, Felicity combatterà con le unghie e con i denti. Solo quando il suo idolo, il Dottor Alexander Platt, dichiarerà di cercare un assistente, Felicity accetterà l'aiuto di una donna. Questa donna misteriosa le promette di portarla in Germania se, in cambio, Felicity non rivelerà la sua identità.

Mi è piaciuto molto che la Lee abbia deciso di riunire Johanna, futura moglie del dottor Platt e Felicity. Grazie anche ai frequenti cambi di ambientazione, devo ammettere che ho amato molto di più questo volume. C'è molta avventura e femminismo intersezionale. I personaggi sono stratificati e quello che più mi è piaciuto è il modo in cui sono stati esplorati diversi tipi di femminilità.

Questo libro ci insegna quanto sia stato duro per le donne essere indipendenti, libere, prese sul serio...a quanti preconcetti e pregiudizi abbiamo dovuto sottostare nel corso dei secoli...

Se vi dico che ci sono Draghi e Cani, vi convinco a leggere il libro?

Una lettura spensierata per coloro che cercano un romanzo, un'ode alle donne che vengono cancellate da ogni libro e archivio di storia. Questo libro è un inno alla forza e al potere che è racchiuso in una donna - attraverso le sue difficoltà e il suo dolore, le sue delizie e le sue conquiste...è un riconoscimento per ogni singola donna, che ha perseverato e ha continuato a lottare per i loro sogni, mostrando agli uomini intorno a loro quanto sia feroce la loro dedizione.


Consigliatissimo.

Commenti

Post popolari in questo blog

Segnalazione "E alla fine c'è la vita" di Davide Rossi

Buongiorno lettori. Oggi, vi parlo di un libro che, secondo me, vi può piacere.

Titolo: E alla fine c’è la vita Autore: Davide Rossi Collana: Uno, due, tre… ciack! Genere: Sceneggiatura ISBN: 978-88-94921-10-6 Prezzo: € 9,00 Formato: cartaceo Facebook: https://www.facebook.com/profile.php?id=100011217730808 Link d'acquisto: https://www.apolloedizioni.it/E-alla-fine-ce-la-vita

AUTORE: Davide Rossi è nato il 18/01/1985 ed è cresciuto in un piccolo paese della provincia di Pavia, Sant’Angelo Lomellina. Nonostante gli studi di natura prettamente scientifica, continua a coltivare due grandi passioni che lo accompagnano fin dalla tenera età: il cinema e la scrittura. La stesura di varie sceneggiature rappresenta dunque un’evoluzione naturale e una di queste, scritta a sei mani, risulta nel film “Benvenuti a casa Verdi” del 2013 (Muccapazza film). Parrallelamente all’esperienza cinematografica inizia una fase di sperimentazione che l’ha portato a partecipare a diversi concorsi letterari con raccon…

Recensione Monstress 4 di Sana Takeda e Marjorie Liu

Buon pomeriggio lettori, oggi vi parlo di una graphic novel che amo alla follia, è diventata una mia ossessione. Sto parlando del quarto volume di Mostress.
Qui trovate la recensione del primo volume, del secondo e del terzo.
AMAZON:https://amzn.to/3iovnBY

TRAMA: Maika e Corvin sono in viaggio attraverso una terra letale per ritrovare Kippa, alle prese con i suoi tremendi mostri. Ma quando Maika incontra uno straniero proveniente dal suo passato, la verità finalmente inizia a svelarsi. Maika sta per ottenere le risposte di cui è in cerca da sempre. Ma a quale prezzo? Nella guerra che si profila all'orizzonte, da che parte sceglierà di stare?
RECENSIONE: Marjorie Liu e Sana Takeda hanno creato un mondo crudo e meraviglioso, spietato e affascinante. 
Se da una parte la Liu ha ideato una trama complessa e ricca di violenza, suspence e tensione, dall'altra parte Sana Takeda ha dato vita alla storia grazie alla sua arte. 


In questo volume le autrici ci donano più informazioni sul passato di…

Recensione Monstress 3 di Marjorie Liu e Sana Takeda

Buongiorno lettori,  come saprete, ho amato Monstress e, ieri vi ho parlaro del Secondo volume
Attenzione! Questa recensione contiene SPOILER.
Prima di iniziare vorrei ringraziare la Oscar per avermi fornito la copia.







AMAZON:https://amzn.to/2ZmP8QR













TRAMA: Maika ha passato la vita a imparare a combattere. Come potrà sopravvivere se l'unico modo per salvarsi è trovare degli amici? Tra manga e art déco, mostri terrificanti e seducenti streghe, il terzo capitolo della saga rivelazione del fumetto fantasy.


RECENSIONE:
In questo terzo volume seguiamo Maika e la sua banda        ( Kippa e Master Ren) nel suo viaggio verso Pontus, un'isola di profughi. 
Qui, Maika, verrà incaricata dal popolo per attivare lo scudo che protegge l'isola ma qualcosa va storto....Zinn,l'antico Dio all'interno di lei si nutrirà del potere dello scudo, distruggendolo.

L'unico modo per porre rimedio a questo disastro è quello di recarsi al laboratorio della Sciamana-imperatrice per trovare nuovi parti…