Passa ai contenuti principali

Recensione La Trilogia Delle Gemme Di Kerstin Gier

Ciao a tutti come state?
Come avete passato il Natale?
Oggi vi vorrei parlare della trilogia delle gemme che ho letto un paio di giorni fa.


AUTRICE:
Ha studiato musicologia, germanica e anglistica, prima di passare allo studio di pedagogia della comunicazione e della psicologia, laureandosi poi in educazione e divenendo insegnante. Dopo diversi lavori, nel 1995 ha iniziato a scrivere romanzi femminili. Vive con il marito e il figlio in un villaggio vicino a Bergisch Gladbach. Dal suo primo libro, Männer und andere Katastrophen (1996), è stato realizzato il film omonimo con Heike Makatsch nel ruolo della protagonista.Nel 2005 ha ricevuto il Premio Delia internazionale di letteratura per Ein unmoralisches Sonderangebot, come miglior libro di letteratura romantica in lingua tedesca. Della Trilogia delle gemme è stata realizzata una serie di film: il primo, Ruby Red, è uscito in Germania il 14 marzo 2013; il secondo, Ruby Red II, è uscito il 7 agosto 2014, mentre il terzo, Ruby Red III - Verde smeraldo, è uscito il 7 luglio 2016

TRAMA:
RED->Per l'amica Leslie, Gwendolyn è una ragazza fortunata: quanti possono dire di abitare in un palazzo antico nel cuore di Londra, pieno di saloni, quadri e passaggi segreti? E quanti, fra gli studenti della Saint Lennox High School, possono vantare una famiglia altrettanto speciale, che da una generazione all'altra si tramanda poteri misteriosi? Eppure Gwen non ne è affatto convinta. Da quando, a causa della morte del padre, si è trasferita con la mamma e i fratelli in quella casa, la sua vita le sembra sensibilmente peggiorata. La nonna, Lady Arisa, comanda tutti a bacchetta con piglio da nobildonna e con l'aiuto dell'inquietante maggiordomo Mr Bernhard, e zia Glenda considera lei, Gwen, una ragazzina superficiale e certamente non all'altezza del nome dei Montrose. E poi c'è Charlotte, sua cugina: capelli rossi, aggraziata, bravissima a scuola e con un sorriso da Monna Lisa. È lei la prescelta, colei che dalla nascita è stata addestrata per il grande giorno in cui compirà il primo salto nel passato. Charlotte si dà un sacco di arie, ma Gwen proprio non la invidia: sa bene che si tratta di una missione pericolosissima non solo per la sua famiglia ma per l'umanità intera, e da cui potrebbe non esserci ritorno. E non importa se Charlotte non viaggerà sola ma sarà accompagnata da un altro prescelto, Gideon de Villiers, occhi verdi e sorriso sprezzante... Gwen non vorrebbe davvero trovarsi al suo posto. Per nulla al mondo...
BLUE->"Molto probabilmente il mio organismo aveva prodotto più adrenalina negli ultimi giorni che nei sedici anni precedenti. Erano successe così tante cose e avevo avuto così poco tempo per riflettere" Gwendolyn ha tutte le ragioni di questo mondo per pensarla così. Ha appena scoperto di non essere una normale ragazza londinese, bensì una viaggiatrice nel tempo che i Guardiani - una setti segreta che ha sede nel dedalo di vie intorno a Temple Church - inviano nelle epoche passate per prelevare una goccia di sangue dai dodici prescelti e completare il cronografo, una missione da cui dipende il destino dell'umanità. Peccato che la sua famiglia non l'avesse informata perché tutti erano convinti che la predestinata fosse l'odiosa cugina Charlotte e peccato che, di conseguenza, Gwen avesse trascorso gli ultimi sedici anni della propria vita a studiare (poco), giocare (molto), chiacchierare e divertirsi con le amiche come ogni ragazza. Mentre avrebbe dovuto imparare a tirare di scherma, ballare il minuetto, apprendere nozioni di storia universale e conversare in modo appropriato con l'aristocrazia del Settecento. Quasi tutto, nella sua nuova situazione, la infastidisce: essere sballottata avanti e indietro nei secoli, la supponenza mista a invidia della cugina Charlotte, la noia delle lezioni di ballo e portamento... Poche cose le piacciono: il piccolo gargoyle fantasma Xemerius, che solo lei Gwen può vedere e, naturalmente, il suo compagno di viaggi nel tempo: Gideon, bello da morire...
GREEN->"Sono davvero contento di avere chiarito le cose. In ogni caso resteremo sempre buoni amici, giusto?" Quando un ragazzo dice così a una ragazza non è che la renda pazzamente felice. Se poi il ragazzo in questione è Gideon de Villiers, occhi verdi e capelli corvini, Gwendolyn Shepherd, la destinataria del messaggio, si sente precipitare decisamente negli abissi dell'infelicità. E sì, perché, nelle due settimane che le hanno sconvolto la vita, facendole quasi dimenticare di essere una normale studentessa di sedici anni di una normale scuola londinese, Gideon le era sembrato la sua unica ancora di salvezza. Solo da due settimane, infatti, Gwen ha scoperto di essere predestinata a viaggiare nel tempo per portare a termine una missione pericolosissima da cui dipende il destino dell'umanità intera. Una faccenda che, in realtà, non le interessa affatto, diversamente dalla cugina Charlotte, che era convinta di essere lei la predestinata e che era stata educata ad affrontare situazioni e persone di ogni tempo e ogni luogo. Solo per Gideon, il suo compagno di viaggi nel passato, Gwen ha trovato sopportabile l'essere sballottata da un secolo all'altro alla ricerca di un cronografo perduto, ma ora perché dovrebbe continuare a lasciarsi tiranneggiare dall'implacabile setta dei Guardiani? D'altra parte, è vero che a poco a poco sta scoprendo segreti insospettabili sulla propria famiglia che la riguardano molto da vicino...
Partiamo dalle cose che ho apprezzato:
Leggendo Red la prima cosa che si pensa è che è un libro introduttivo senza corpo o senza scopo, ma la realtà è ben diversa (ovviamente tutti hanno opinioni contrastanti, non lo metto in dubbio però questa è la mia), come tutti sappiamo il primo libro ci introduce da zero in un mondo a noi sconosciuto, con le sue regole e le sue peculiarità ma questo non appesantisce questo libro nè lo rende noioso.Grazie allo stile diretto dell'autrice appare subito chiaro il meccanismo dei viaggi del tempo e il perché Gwen abbia bisogno dei Guardiani per trasmigrare. 
Il secondo volume, Blue, invece ci catapulta negli intriganti misteri del passato e ci mette in chiaro la posizione  e il destino di Rubino (Gwen).
Infine in Green tutti i tasselli tornano a posto, donandoci un finale carino.
Vi presento i protagonisti:
Gwen è la protagonista indiscussa del libro, una ragazza coraggiosa e  vivace, ma spesso goffissima. E’ un personaggio che mi piace anche se a volte l’avrei presa a schiaffoni.
Gideon è il protagonista maschile ed è perfetto, arrogante e saccente al punto giusto, ma capace poi di rivelare tutti i suoi lati migliori.
Charlotte è la cugina di Gwen. Una sola parola per definirla: ODIOSA. Pensava di essere la portatrice del gene del salto ma quando scopre che non è così, diventa arrogante, patetica e sopratutto doppio giochista. (io capisco che fin da piccola ha studiato tanto per diventare la viaggiatrice ma anzichè aiutare Gwen a impare più in fretta possibile, le mette sempre i bastoni fra le ruote). 
Zia Glenda: la madre di Charlotte. Quando scopre che la viaggiatrice è Gwen rimane disgustata, cerca in tutti i modi di negare l'evidenza gettando fango sulla sorella Grace (nonchè madre di Gwen).
Leslie è la migliore amica di Gwen, allegra, vivace e con un sacco di fantasia. Sarà lei la prima sostenitrice di Gwen e, anche se non dovrebbe sapere nulla di questo strano dono, Gwen si confiderà con lei e riceverà un sacco d’aiuto per arrivare a trovare la soluzione a svariati rompicapo che l’affliggono.
James Pimplebottom è il fantasma che gira per la scuola frequentata da Gwen, lui non sa di essere morto ed infesta la scuola poichè un secolo prima quella era la sua casa. Ovviamente nessuno a parte Gwen lo può vedere. Personaggio eccentrico e divertente.
Xemerius è un piccolo demone, anche lui non può essere visto da nessuno all’infuori di Gwen ed anche lui l’aiuterà a risolvere diversi problemi. E’ un personaggio che apprezzerete moltissimo.
Lucas è il nonno di Gwen morto da pochi anni in circostante anomale, è un uomo buono, generoso e sopratutto molto divertente. Aiuterà Gwen a scoprire la verità del cronografo.
MR. Whitman è il professore di letteratura, ammirato da buona parte delle ragazze per il suo bell’aspetto, viene considerato un individuo invadente da Gwendolyn e Leslie, che lo chiamano tra loro “lo scoiattolo”. Fa parte della setta dei Guardiani ed è al corrente del segreto di Gwendolyn e della sua famiglia.

Il Conte è il personaggio che Gwendolyn e Gideon incontrano più volte nel passato, si dimostra più pericoloso di quanto sembrerebbe nel momento in cui è sul punto di strangolare Gwendolyn usando la forza del pensiero. Ciò nonostante la ragazza sembra nutrire in lui più fiducia di quanto dovrebbe. In “Green” riserverà una sorpresa notevole, sempre che non siate già arrivati da soli prima del tempo a capire di che cosa si tratta.

Paul de Villiers è un viaggiatore, marito di Lucy Montrose (anch'essa viaggiatrice, è la nipote di Grace, figlia di Harry, fratello minore di Grace e Glenda) insieme rubano il cronografo e si rifugiano nel passato 

Raphael è il fratello di Gideon, grazie a lui le ragazze riusciranno a risolvere prima il mistero che aleggia nell'aria di Londra 

Devo ammettere che questo libro mi è piaciuto ma mi ha lasciata un pò perplessa...L'ambientazioni sono eccezionali, le descrizioni idem però la conclusione mi ha lasciato l'amaro in bocca...sembra che alla fine la Gier volesse finire al più presto il libro, così ci ha "donato" un finale frettoloso e "autoconclusivo", cosa che non rispetta la linea della storia...mi spiego meglio: in questi tre libri c'è il mistero, salti nel tempo, amoreggiamenti, scoperte intriganti, nuove conoscenze, lotte....insomma una trama molto descrittiva e intrigata ma, leggendo la finale di Green, ti aspetteresti qualcosa di compatto e di intrigante però non è cosi...la Gier ci ha regalato un finale troppo semplice per questa saga.

Comunque a parte questa perplessità ho trovato il libro molto scorrevole, la scrittura suscita ilarità, strappa più di un sorriso e fin dalle prime pagine è forse più l’ironia a conquistare, rispetto ai fatti che vengono narrati.
Sinceramente consiglierei questo libro a chi sta affrontando il blocco del lettore o ad un pubblico adolescenziale, a chi ama i fantasy senza grande pretese e infine a coloro che amano i viaggi nel tempo.

VOTI:
COPERTINA:4/5 (Avrei preferito che lasciassero i titoli originali Rubinrot”, “Saphirblau”,                                       “Smaragdgrüno almeno che scrivessero ROSSO RUBINO/
                             BLU ZAFFIRO E VERDE SMERALDO, tanto che rendere chiara l'idea)
TRAMA:4/5
PERSONAGGI:3/5
SCRITTURA:5/5

Commenti

Post popolari in questo blog

Recensione Viaggio Al Centro Della Terra Di Jules Verne

Ciao a tutti. come state? Oggi vi parlo di un grande classico, un libro che tutti noi dovremmo leggere, un libro che ha ispirato un film fantastico. Parlo del Viaggio al Centro della Terra. AUTORE: JULES VERNE nacque a Nantes, l'8 febbraio 1828. A d  undici anni,  gi mosso  dallo spirito d'avventura, cerc di imbarcarsi clandestinamente sulla nave La Coralie, ma fu scoperto per tempo e  bloccato  dal padre. A vent'anni si trasfer a Parigi per studiare legge, e nella capitale entr in contatto con il miglior mondo intellettuale dell'epoca. Frequent soprattutto la casa di Dumas padre, dal quale venne incoraggiato nei suoi primi tentativi letterari. Intraprese dapprima la carriera teatrale, scrivendo commedie e libretti d'opera; ma lo scarso successo lo costrinse nel 1856 a cercare un'occupazione pi redditizia presso un agente di cambio a Parigi. Un anno dopo sposava Honorine Morel. Nel frattempo entrava in contatto con l'editore Hetzel di Parigi e,

Recensione la corte di fiamme e argento di Sarah J.Maas

  Torna a stupirci la queen dei fae con il suo nuovo e attesissimo romanzo ACOSF, libro dedicato interamente a Nesta, sorella di Feyre. AMAZON: https://amzn.to/3b5xWHn TRAMA: Nesta Archeron non è quel che si dice un tipo facile: fiera del suo carattere spigoloso, è particolarmente facile alla rabbia e poco incline al perdono. E da quando è stata costretta a entrare nel Calderone ed è diventata una Fae contro la sua volontà, ha cercato in ogni modo di allontanarsi dalla sorella e dalla corte della Notte per trovare un posto per sé all’interno dello strano mondo in cui è costretta a vivere. Quel che è peggio è che non sembra essere ancora riuscita a superare l’orrore della guerra con Hybern. Di certo non ha dimenticato tutto ciò che ha perso per colpa sua. A rendere ancora più irritante la sua situazione, poi, ci pensa Cassian, apparentemente dotato di una naturale predisposizione a farle perdere il controllo. Ogni occasione è buona per stuzzicarla e provocarla, rendendo però allo stesso