Passa ai contenuti principali

Recensione le sorelle Mitford di Mary S. Lovell

Buongiorno lettori,
oggi,Tiziana, ci parla di una biografia di una famiglia straordinaria: le sorelle Mitford.

Le sorelle Mitford copertina del libro



Titolo: LE SORELLE MITFORD

Autore: Mary S. Lovell
Anno: 2018
Genere: Narrativa
Pagine: 583
Editore: Neri Pozza







TRAMA
Le sorelle Mitford racconta, con brio e humor britannico, la vera storia dietro l’allegria e la frivolezza delle sei figlie Mitford: Nancy, la cui luminosa esistenza sociale maschera un ossessivo amore non corrisposto, capace di inacidire il suo successo di scrittrice; Pam, una contadina sposata con uno dei migliori cervelli d’Europa; Diana, una bellezza iconica, già sposata quando a 22 anni si innamora di Oswald Mosley, il capo dei fascisti britannici; Unity, romanticamente innamorata di Hitler, che divenne un membro della sua cerchia ristretta prima di spararsi quando fu dichiarata la Seconda guerra mondiale; Jessica, la ribelle della famiglia, che si schierò con i comunisti, e la sorella più giovane, Debo, che diventa la Duchessa del Devonshire. Mary S. Lowell racconta la straordinaria storia di una famiglia fuori dal comune, esplorando le relazioni tra le sorelle e basandosi su interviste personali, documenti di famiglia e corrispondenza fino a oggi inedita.
RECENSIONE
“Sydney Bowles aveva quattordici anni quando mise gli occhi per la prima volta su David Freeman Mitford. Lui ne aveva diciassette, era di una bellezza classica come tutti i membri della sua famiglia, aveva luminosi occhi azzurri. Disinvolto, indossava una vecchia giacca da caccia di velluto di cotone, e dava le spalle al caminetto, con un piede appoggiato al parafuoco. Quando Sydney entrò nella biblioteca della dimora di campagna del padre di lui a Batsford, nel Gloucestershire, rimase abbagliata dalla luce e dal calore dopo il tragitto in landò lungo cupe stradine di campagna, in pieno inverno, dalla stazione. Entrando in casa era rimasta colpita dal profumo di cera d’api, fumo di legno e spezie orientali, ma appena vide David scordò ogni cosa. In quel momento, scrisse Sydney in un diario non pubblicato, perse il suo cuore.”
Ed è da questo momento che inizia la storia delle famose sorelle Mitford.
Nancy, Pam, Diana, Unity, Jessica (Decca) e Deborah (Debo) sono le figlie di David (Farve) e Sydney Freeman-Mitford (Muv), Baroni Redesdale e questa è la loro biografia.
Ma questo libro non è solo questo: è anche uno spaccato dell’aristocrazia inglese dalla fine dell’ottocento al secondo dopoguerra, e la storia, poco conosciuta, di una parte dell’aristocrazia che ha appoggiato Hitler.  
E nel contempo viene ripercorsa la storia del XX secolo, visto che le sorelle Mitford viaggiano in tutto il mondo: il primo capitolo, infatti, si apre con l’anno 1894; mentre, l’ultimo capitolo si conclude nell’anno 2014.
Tanti gli episodi storici e le personalità citate: i Kennedy, De Gaulle, Churchill, Hitler, Mussolini, Goebbels, Salman Rushdie, Evelyn Waugh, il Duca e la Duchessa di Windsor.
Ma chi sono queste sei sorelle Mitford? E perché diventano tutte famose, arrivando addirittura a far parlare di loro come The Mitford Girls e The Mitford Industry?
“Ciò che differenziava i Mitford dai loro simili non era lo stile di vita ma le personalità eccezionali: gli sfoghi di David lo fanno apparire eccentrico rispetto ai criteri odierni...la vaghezza e distrazione di Sydney nascondevano un amore profondo e un senso di responsabilità nei confronti dei figli. non viveva in un mondo a sé stante, era una castellana che lavorava sodo”.
Nancy (1904-1973), la primogenita, diventata famosa per i suoi romanzi sulla vita dell'alta società in Gran Bretagna e in Francia (Inseguendo l’amore e Amore in climi freddi, per i cui personaggi si è ispirata alla sua famiglia, subendo per questo non poche critiche da questi), “veniva presa in giro dalle sorelle e dal fratello, ma era la campionessa delle umiliazioni. Sapeva portare le canzonature a un livello cosmico”.
Pam (1907-1994), definita da John Betjeman, poeta britannico, "la più campagnola di tutte" perché amante della campagna, del giardinaggio, dei cavalli e della cucina: si è sposata al fisico Derek Jackson ed è sempre stata considerata «la sorella sconosciuta che non fece nulla di particolare».
Diana (1910-2003): la scrittrice Evelyn Waugh ha affermato che la sua bellezza "scorreva attraverso la stanza come un suono di campane". Diventata famosa, e contestata apertamente per questo, per aver sposato Oswald Mosley, aderente al Terzo Reich. Vennero entrambi arrestati e rinchiusi in carcere per tre anni durante la Seconda Guerra Mondiale, in seguito rilasciati e poi messi agli arresti domiciliari fino alla fine della guerra.
Unity Valkyrie (Boud,1914-1948), conosciuta come la “nazista”: “ “Per tutta la vita si era divertita a scandalizzare gli altri, e ora li aveva scandalizzati a tal punto che tutti dovevano notarla per forza. Era, finalmente, qualcuno d’importante. Aveva perfino cominciato a creare la propria leggenda, sfruttando la coincidenza del suo concepimento a Swastika e cominciando a farsi chiamare Unity Valkyrie”.
Jessica (Decca, 1917-1996) è la comunista: “Quando Boud divenne fascista dichiarai di essere comunista e quando lei ebbe diciotto anni e io quindici,avevamo scelto lati opposti nel conflitto di quell’epoca”. E’ diventata famosa per una serie di libri, tra cui “Figlie e ribelli”, libro di memorie sulla sua gioventù nella famiglia Mitford.
Deborah (Debo, 1920-2014), la più giovane delle sorelle, diventerà Duchessa del Devonshire. Si è dedicata per tutta la vita a Chatsworth House, dimora storica nel Derbyshire, alla sua restaurazione e allo Chatsworth Farm Shop. 
Molto unite da piccole, arrivarono a fondare società segrete: Unity e Decca tra di loro si chiamavano ”Boud” e inventarono un linguaggio speciale chiamato ”boudledige”; Decca e Debo formarono la Società delle Hon, resa poi famosa da Nancy nei suoi romanzi.
La loro infanzia è stata felice, privilegiata. Purtroppo, poi, con il crescere, le opinioni tanto diverse di ognuna ed i conseguenti conflitti ideologici hanno fatto si che arrivassero allo scontro, ed alcune a non parlarsi e non vedersi più.
Questo libro non è un romanzo biografico, ma una ricostruzione dettagliata della vita di questa famiglia: la scrittrice ha, infatti, preso spunto dai documenti di famiglia, da fonti date alle stampe, da interviste e soprattutto dalla corrispondenza di famiglia non pubblicata.
Nel complesso, ho trovato il libro molto interessante e coinvolgente: mi ha sempre affascinato lo spaccato dell’aristocrazia inglese stile Downton Abbey; tuttavia, seppur lo stile sia brillante e la lettura piacevole, il testo non è scorrevolissimo, soprattutto per la mole di riferimenti raccolti dall’autrice. In ogni caso, lo consiglio!

Commenti

Post popolari in questo blog

Recensione Viaggio Al Centro Della Terra Di Jules Verne

Ciao a tutti. come state? Oggi vi parlo di un grande classico, un libro che tutti noi dovremmo leggere, un libro che ha ispirato un film fantastico. Parlo del Viaggio al Centro della Terra. AUTORE: JULES VERNE nacque a Nantes, l'8 febbraio 1828. A d  undici anni,  gi mosso  dallo spirito d'avventura, cerc di imbarcarsi clandestinamente sulla nave La Coralie, ma fu scoperto per tempo e  bloccato  dal padre. A vent'anni si trasfer a Parigi per studiare legge, e nella capitale entr in contatto con il miglior mondo intellettuale dell'epoca. Frequent soprattutto la casa di Dumas padre, dal quale venne incoraggiato nei suoi primi tentativi letterari. Intraprese dapprima la carriera teatrale, scrivendo commedie e libretti d'opera; ma lo scarso successo lo costrinse nel 1856 a cercare un'occupazione pi redditizia presso un agente di cambio a Parigi. Un anno dopo sposava Honorine Morel. Nel frattempo entrava in contatto con l'editore Hetzel di Parigi e,

Recensione la corte di fiamme e argento di Sarah J.Maas

  Torna a stupirci la queen dei fae con il suo nuovo e attesissimo romanzo ACOSF, libro dedicato interamente a Nesta, sorella di Feyre. AMAZON: https://amzn.to/3b5xWHn TRAMA: Nesta Archeron non è quel che si dice un tipo facile: fiera del suo carattere spigoloso, è particolarmente facile alla rabbia e poco incline al perdono. E da quando è stata costretta a entrare nel Calderone ed è diventata una Fae contro la sua volontà, ha cercato in ogni modo di allontanarsi dalla sorella e dalla corte della Notte per trovare un posto per sé all’interno dello strano mondo in cui è costretta a vivere. Quel che è peggio è che non sembra essere ancora riuscita a superare l’orrore della guerra con Hybern. Di certo non ha dimenticato tutto ciò che ha perso per colpa sua. A rendere ancora più irritante la sua situazione, poi, ci pensa Cassian, apparentemente dotato di una naturale predisposizione a farle perdere il controllo. Ogni occasione è buona per stuzzicarla e provocarla, rendendo però allo stesso

Recensione La Trilogia Delle Gemme Di Kerstin Gier

Ciao a tutti come state? Come avete passato il Natale? Oggi vi vorrei parlare della trilogia delle gemme che ho letto un paio di giorni fa. AUTRICE: Ha studiato musicologia, germanica e anglistica, prima di passare allo studio di pedagogia della comunicazione e della psicologia, laureandosi poi in educazione e divenendo insegnante. Dopo diversi lavori, nel 1995 ha iniziato a scrivere romanzi femminili. Vive con il marito e il figlio in un villaggio vicino a Bergisch Gladbach. Dal suo primo libro,  Männer und andere Katastrophen  (1996), è stato realizzato il film omonimo con Heike Makatsch nel ruolo della protagonista.Nel 2005 ha ricevuto il  Premio Delia  internazionale di letteratura per  Ein unmoralisches Sonderangebot , come miglior libro di letteratura romantica in lingua tedesca. Della  Trilogia delle gemme  è stata realizzata una serie di film: il primo,  Ruby Red , è uscito in Germania il 14 marzo 2013; il secondo,  Ruby Red II , è uscito il 7 agosto 2014, mentre il te