Recensione La Piccola Parigi di Alessandro Tonoli

Ciao readers, come state? 
Cosa fate di bello oggi e, sopratutto quale libro vi accompagna?
Oggi vi parlo di un bellissimo racconto, un racconto che si legge in un ora / due ore, un racconto dolce, emozionante e travolgente. Si tratta del libro di Alessandro Tonoli, la Piccola Parigi. 
Vi avevo già fatto la segnalazione peò vi lascio di nuovo la sinossi.



TRAMA:
“Una città, un racconto misterioso e una bambina di cui nessuno ha mai saputo il nome.
Ecco cosa si cela dietro Cabiate e il suo essere chiamata dai suoi abitanti “La piccola Parigi”, per un motivo che però nessuno sembra ricordare. Forse solo il nonno di Chiara ha, nascosta nel suo passato, la chiave per svelare la natura di questo incantesimo che ora, forse, sta per essere finalmente rivelato.”

RECENSIONE:
Vorrei ringraziare tantissimo Alessandro per avermi inviato questo piccolo capolavoro <3

La storia inizia con Chiara, un bambina dolce e molto intelligente e di suo nonno Francesco, un vecchio "burbero" che in realtà è un uomo con il cuore d'oro. 
La storia inizia nel modo più dolce possibile: il nonno chiama sua nipote ad accomodarsi vicino a lui per raccontarle una storia, una storia che ha come scenario la piccola città di Cabiate, denominata anche Piccola Parigi.

Vedete cari lettori, in questo preciso istante avrei voluto essere Chiara per sedermi sulle gambe di mio nonno e ascoltare le sue storie, però ahimè non ho mai avuto questo onore. Quindi adesso vorrei ringraziare per la seconda volta Alessandro che mi ha fatto vivere un'esperienza unica e molto emozionante. 

Nessuno ricorda il perché viene attribuito questo nome al loro paese ma, il caro e vecchio Nonno si. Da qui inizia il vero racconto, il cuore della storia di Alessandro che ha come protagonisti una bambina dal vestito rosso, comparsa dal nulla e una piccola torre Eiffel.
Non si sa da dove venga questa bambina, chi sono i suoi genitori o, se va a scuola...l'unica cosa di cui siamo certi e, qui interviene la bravura dello scrittore, è che questa bambina in meno di 70 pagine è riuscita ad entrare nel cuore di tutti.

Non vi racconto altro perché non vi vorrei spoilerare niente!

Ho amato lo stile dello scrittore, è molto fluido, romantico, quasi musicale, infatti oggi pomeriggio con un altra book blogger  ( BLOG ) stavamo dicendo che per certi versi assomiglia ad un opera teatrale.

Alessandro ci conduce lentamente, passo dopo passo a conoscere i personaggi, il paese e, a farli emergere dalla carta. Devo ammetterlo non molti scrittori lo sanno fare, però lui ci è riuscito perfettamente.
La cosa che mi ha sorpresa di più è stato il fatto che è riuscito a dar voce a tutti i personaggi, nessuno fa da sfondo ed è riuscito anche a non banalizzare la storia. Anche se è un romanzo breve, non ci sono passaggi noiosi o "da eliminare", ha messo l'essenziale per rendere questa storia unica.

Veramente molto bravo, complimenti.

Consiglio il libro a tutti colori che vogliono leggere qualcosa di dolce, emozionante, curioso e, che sappia trasmettere tante emozioni come ad esempio l'empatia, il dolore, la felicità, insomma un racconto piacevole adatto a tutte le età!

Grazie ancora Alessandro!

VOTI:
PERSONAGGI:5/5 (LI HO ADORATI)
TRAMA:5/5
SCRITTURA:5/5
COPERTINA:5/5

2 commenti:

  1. Lo ho appena finito di leggere... Stupendo e tremendamente malinconico e dolce. Una vera perla. Concordo con le tue parole. Presto arriverà anche la mia recensione... ❤

    RispondiElimina
  2. Sono perfettamente d'accordo con te Hope! E' un romanzo veramente dolce<3

    RispondiElimina

Powered by Blogger.