Passa ai contenuti principali

Recensione la corte di fiamme e argento di Sarah J.Maas

 Torna a stupirci la queen dei fae con il suo nuovo e attesissimo romanzo ACOSF, libro dedicato interamente a Nesta, sorella di Feyre.

La principessa

AMAZON:https://amzn.to/3b5xWHn

TRAMA:

Nesta Archeron non è quel che si dice un tipo facile: fiera del suo carattere spigoloso, è particolarmente facile alla rabbia e poco incline al perdono. E da quando è stata costretta a entrare nel Calderone ed è diventata una Fae contro la sua volontà, ha cercato in ogni modo di allontanarsi dalla sorella e dalla corte della Notte per trovare un posto per sé all’interno dello strano mondo in cui è costretta a vivere. Quel che è peggio è che non sembra essere ancora riuscita a superare l’orrore della guerra con Hybern. Di certo non ha dimenticato tutto ciò che ha perso per colpa sua. A rendere ancora più irritante la sua situazione, poi, ci pensa Cassian, apparentemente dotato di una naturale predisposizione a farle perdere il controllo. Ogni occasione è buona per stuzzicarla e provocarla, rendendo però allo stesso tempo evidente la natura del focoso legame che, loro malgrado, li unisce. Nel frattempo, le quattro infide regine, che durante l’ultima guerra si erano rifugiate sul Continente, hanno siglato una nuova e pericolosa alleanza, una grave minaccia alla pace stabilita tra i regni. E la chiave per arrestare le loro mire potrebbe risiedere nella capacità di Cassian e Nesta di affrontare una volta per tutte il loro passato. Sullo sfondo di un mondo marchiato dalla guerra e afflitto dall’incertezza, i due Fae tenteranno di venire a patti con i loro personali mostri, con la certezza di trovare, l’uno nell’altra, quel qualcuno che li accetta così come sono e che li può aiutare a lenire tutte le ferite.


RECENSIONE:

Partiamo dal fatto che ho amato questo libro e che non pensavo che lo avrei apprezzato così tanto.

Ci sono dei lati positivi e alcune cose che mi hanno fatto storcere il naso ma analizzerò tutto qui sotto con voi quindi, se non avete letto questo libro, non leggete questa recensione perchè contiene spoilers.


Il libro si può dividere in due trame:

Da una parte troviamo il percorso di ripresa di Nesta e dall'altra troviamo le conseguenze della guerra avvenuta col Re Hybern. 

700 pagine che si leggono in pochissimo. Se nella prima parte ho trovato il libro lento e descrittivo, dalla metà in poi, il ritmo si fa più serrato ed è impossibile staccarsi dalle pagine.



La inner circle ha trovato il suo equilibrio dopo la guerra contro il re Hybern.

Nesta, però, scalfisce la loro immagine perfetta perché passa le sue serate tra alcool e maschi fae. 

"C'erano giorni in cui la paura e panico allo stato puro paralizzavano il corpo di Nesta da non farla respirare. Nulla riusciva a quel potere tremendo di crescerle dentro sempre più forte..Nulla oltre la musica in quelle taverne, alle partite a carte con quegli sconosciuti, alle innumerevoli bottiglie di vino e al sesso, che non le faceva provare nulla."


Nessuno chiede a Nesta come sta, se non Cassian.

Nesta sta venendo divorata dall'interno dagli incubi, dalla rabbia, dal dolore, dalle colpe, dalla depressione, dai ricordi della guerra e dal suo potere oscuro che ancora non comprende. Si sente inadeguata, sente sulle spalle tutte le colpe del mondo e non avere il supporto della famiglia, la porta in una spirale autodistruttiva.

Le hanno tolto la facoltà di scelta, le hanno tolto l'identità trasformata in un essere che lei odia(i fae) e le hanno tolto la libertà. 

Si nasconde dietro l'arroganza e la sfrontatezza che fanno da scudo al maremoto che ha all'interno. 

Cassian, la osserva e la vede. Vede la vera Nesta e la accetta per quella che è. 



Quello che mi ha fatto arrabbiare fin da subito è il fatto che, la Corte della Notte, si mette in azione per non perdere altri soldi e perché a soffrire è Feyre. Non per salvare Nesta che sta lanciando segnali d'aiuto. Di fatti la metteranno davanti ad una scelta: trasferirsi nella Casa del Vento, allenandosi insieme a Cassian e lavorare in biblioteca con le sacerdotesse, oppure ritornare nelle terre degli umani.  

Lei sa che tornare nelle terre degli umani significa morte certa quindi l'unica opzione è accettare la proposta di Rhysand ed allenarsi. 


Altra cosa che mi ha fatto arrabbiare- perché si, questo libro è tanto bello quanto sconvolgente- è il fatto che L'inner circle ha vissuto delle situazioni molto traumatiche ma continuano a non avere tatto con Nesta. La escludono, pretendono, la allontanano (tranne Az, che ho amato. Lui capisce il dolore di Nesta perché è ciò che sta vivendo lui) e la obbligano, attraverso ricatti e giochi di manipolazione, a fare ciò che vogliono loro e poi la colpevolizzano senza comprenderla.


Inizia così il percorso obbligatorio di Nesta. Nessuno ha fiducia in lei. Hanno paura perché è una bomba ad orologeria. 

"Aveva fallito in ogni aspetto della sua vita. Aveva fallito del tutto e in modo incredibile, e impedire agli altri di accorgersene era stato il suo scopo principale. Li aveva allontanati, si era allontanata, perchè il peso di tutti quei fallimenti rischiava di mandarla in mille pezzi".


Cassian e Nesta si ritrovano a dover passare molto tempo insieme e, per la maggior parte del tempo, si scannano a vicenda.

Lui vuole solo conoscerla ma lei no. Lei vuole tenere le persone alla larga perché si sente sbagliata: è più facile allontanare una persona arrabbiata e distruttiva anziché soccorrerla.  

Giorno dopo giorno, allenamento dopo allenamento, Cassian riesce a schivare le parole affilate come lame di Nesta e a scorgere il suo grido d'aiuto. 

"Qualunque cosa tu mi voglia rovesciare addosso, sono pronto. Non mi spezzerò"

Il legame che si crea tra i due è molto forte, lenitivo, dolce e accogliente.


"Gli aveva permesso di baciarla durante la battaglia finale. Era stato solo un bacio, tutto quello che poteva fare date le sue ferite, eppure l'aveva scossa in profondità"


E, come tutti noi sappiamo, bisogna sfogare la tensione e la chimica in un modo o nell'altro. 

La Maas ha inserito delle scene di sesso esplicite...ho notato che il tema erotico ha dato fastidio a molte persone ma io non ci ho trovato nulla di male se non il messaggio: la depressione non si può curare con del sesso. 

Certo, se guardiamo il lato romanzato è bello pensare che l'amore può sanare tutte le ferite, la rabbia, SPT e la depressione. È un messaggio forte che dona speranza. 


Avrei tanto voluto che non ci fosse il legame del Compagno e invece la Maas lo ha inserito anche qui. In una realtà fiabesca  è bello avere l'happy ending eterno con la propria anima gemella ma, se non si hanno sentimenti per quella persona? Il mate bond diventa un vincolo di possessione.

Sarebbe stato perfetto se fossero rimasti cosi: due anime che si sono scelte, due cuori che hanno deciso di battere l'uno per l'altro....però, nonostante ciò, ho amato la storia d'amore di Cassian e Nesta.



Ritorniamo alla trama. Come accennato sopra, oltre agli allenamenti, Nesta deve aiutare le sacerdotesse in biblioteca. Per lei non è un problema perché ama leggere ed è proprio grazie a questa "punizione" che incontrerà Gwyn. 

Gwyn è una novizia che ha perso tutto: sua sorella, la spensieratezza e l'innocenza. Ha subito una violenza che l'ha segnata per sempre. È un anima spezzata. Un anima che soffre, proprio come Nesta.

Ma non c'è due senza tre. Altro personaggio fondamentale per l'evoluzione di Ness è Emerie, una donna Illyrian che ha vissuto per anni con un padre violento. 

Nesta sente il bisogno di aiutare altre survivors così invita le due donne ad allenarsi con lei.

Tra allenamenti, libri e chiacchiere, Nesta, Gwyn ed Emerie instaurano un rapporto molto profondo. Diventano sorelle. Diventano Valchirie. Diventano un solo corpo, una sola testa, un solo cuore che batte.

La Maas, in questo libro, lancia un altro messaggio molto forte di lotta femminile. 

Purtroppo però non esiste una sola facciata della monetina. È bello leggere di donne forti, bellissime e di successo ma, dopo un pò, le femmine descritte dalla Maas diventano intercambiabili, senza sfumature. Spero che nel prossimo libro, quella dedicata ad Az, Elain non diventi una super cazzuta (passatemi il termine).



Parlando dei personaggi della prima trilogia, preparatevi ad arrabbiarvi moltissimo.

Conosciamo tutti Rhysand e Feyre ma, in questo volume, vi faranno venir voglia di entrare nel libro e prenderli a schiaffi.

Non vi dirò il perché per non rovinarvi il tutto. Vi dico solo che tutto ciò che rendeva bello l'inner circle è stato buttato nella spazzatura. 



Passiamo al secondo filone narrativo o la sottotrama. 

Dopo la guerra con il re Hybern, ritroviamo i protagonisti della inner circle alle prese con la pace e con i trattati relativi ad esso.

C'è solo un piccolo problema: non tutti vogliono la pace, Bryllian brama il Caos e questo può accadere se riuscirà ad impossessarsi della Maschera, della Corona e dell'Arpa, tre oggetti creati dal Calderone, che possono creare morte e distruzione.

Chi è Bryllian? 

È una delle regine umane che voleva acquisire poteri dal Calderone diventando immortale e che in cambio l'ha avuto ma in un corpo per sempre vecchio.

Sarà proprio Nesta a doverli recuperare e salvare il Mondo. Come potete immaginare non è un libro ricco di eventi o di elementi fantasy perché il focus è sulla crescita personale di Nesta. 


Non pensavo che questo libro mi sarebbe piaciuto così tanto. Mi ha devastato. Mi sono ritrovata in alcuni sentimenti, nel vissuto di Nesta, nelle sue paure e questo mi ha portato inevitabilmente alle lacrime. 

Ho amato il fatto che la Maas non abbia cambiato Nesta per gli altri. Ha intrapreso un percorso che solo lei poteva fare e ne è uscita forte come un Amazzone. 

Il cambio di genere (da Fantasy diventa un Paranormal romance) e target ( da YA ad Adult) hanno sicuramente influenzato sulle aspettative dei lettori e, fidatevi, non rimarrete delusi.


Ultimo neo: preparatevi a tanti refusi e frasi senza senso. 


Comunque straconsigliato e prima che me lo chiediate no, questo libro non si può leggere come uno standalone. Bisogna aver letto la trilogia di acotar.

Commenti

Post popolari in questo blog

Segnalazione the Magician di Francesca Ignizio

 Buongiorno amici, torno con una nuova segnalazione. Parliamo di un urban fantasy ambientato nel futuro. AMAZON: https://amzn.to/3Fybovu TRAMA: Il nuovo millennio, l'anno 3000 e un'epoca del tutto nuova. La caduta di alcuni detriti di Luna, in contatto con la Terra, donò l'opportunità ad alcuni esseri umani di acquisire nuovi e strabilianti poteri, l'uno diverso dall'altro. I Magician, così vennero marchiati. Ma il resto dell'umanità non fu clemente con loro, e invidiosi di ciò che loro non avevano ottenuto, diedero vita alla fazione che cercò in ogni modo di contrastarli: gli M-Fighters. In questo mondo, Alyssa Mooley non è altro che una Magician costretta a vivere nell'ombra, timorosa di finire nel mirino sbagliato. Ma il fato si sa, può essere beffardo, e le sue poche certezze verranno presto spazzate via come polvere nel vento. Quello, unito a una serie di strani e loschi avvenimenti, la farà uscire finalmente dal suo guscio, fronteggiando una realtà non

Recensione Ti ho aspettato tanto di Roberta Longo

 Buongiorno lettori, oggi vi parlo del nuovo libro della dolcissima Roberta Longo.  Come sapete adoro i suoi libri e, questo, rientra sicuramente tra i più belli scritti fino a ora. Titolo:Ti ho aspettato tanto  Autrice: Roberta Longo  Editore: Selfpublish  Genere: Contemporary romance  Pagine:315 flessibile 266 rigida  Release date: 01 luglio 2021  Prezzo: ebook 1,69€ in pre-order poi 2,69€  copertina flessibile 10,90€ Copertina rigida 14,90€  TRAMA: Sara e Giorgio si sono conosciuti da bambini e, nonostante siano passati vent'anni, sono ancora inseparabili. Un rapporto che nel tempo per lei è diventato sinonimo di sicurezza, comprensione e felicità, tutto ciò che non ha mai trovato nella sua stessa famiglia. C'è solo una cosa che Sara non ha e nemmeno vuole: l'amore. Peccato che Giorgio la pensi diversamente e abbia scoperto di amare proprio lei. Questo sentimento lo travolge e lo confonde... lo cambia.  E se in passato stare con Sara era semplice, ora tutto è diverso e l