Passa ai contenuti principali

Recensione Fantàzia's Carnival di Samila Yumi Marchetti

Buongiorno readers, oggi facciamo un salto in un'atmosfera densa di mistero, fascino e un pizzico di sovrannaturale...siete pronti?


Orpheus le rivolse un sorriso affilato. «Mi piace considerarmi un gentiluomo. Non frugo nei pensieri altrui, per citare le sue parole, più del necessario.»

TramaArroccata su uno sperone di roccia a strapiombo sull’oceano, c’è Colchester Creek: pochi abitanti, ancor meno cose da fare, una perenne cupola di maltempo a oscurarla… È qui che vive Cali Monroe, diciassette anni e una certa predilezione per l’anonimato. Peccato che i suoi capelli blu, la fissazione per i calzini spaiati e la testa con residenza tra le nuvole le rendano difficile omologarsi alla massa. E non è nemmeno la parte peggiore: Cali nasconde un segreto, un grosso segreto, che ha tutte le intenzioni di portarsi nella tomba. Ma quando una misteriosa fiera itinerante approda in città, capisce di aver fatto male i calcoli. C’è qualcosa di oscuro, in Fantàzia’s Carnival, a partire dai suoi strabilianti artisti: Isadora che vede le aure, Echo che parla con i fantasmi, Araceli che tesse straordinarie illusioni… e Orpheus, che sembra sapere fin troppo su di lei e sul suo segreto. Tocca a Cali far luce sulla verità, ma una cosa è certa: da adesso niente sarà più come prima.
Fantàzia's Carnival sta per aprire le sue porte... E voi siete pronti?

E adesso eccola lì: seduta sul bordo della vasca da bagno, in lacrime e con i capelli blu, tutto a meno di due ore dall’appuntamento che aspettava dall’inizio del liceo. E come se tutto ciò non fosse stato già abbastanza apocalittico di per sé, aveva bloccato il tempo un’altra volta.

Recensione: Avevo questo libro in wishlist da qualche tempo, mi aveva incuriosita la copertina e, dopo aver letto la trama, ero decisamente affascinata dalle mille possibilità che poteva contenere questa storia. 
La cosa fantastica è stato non solo scoprire che avevo fatto bene a metterlo in lista, ma che avrebbe superato le mie aspettative al punto da aspettare con ansia il secondo capitolo della serie.
Ah sì, non è un autoconclusivo quindi siate pronti.

Mentre la trama è in bella vista qua sopra, io mi vorrei soffermare sulla capacità della scrittrice di creare delle atmosfere assolutamente affascinanti. La vita tranquilla e normale di Cali, per quanto possa essere normale la vita di un'adolescente che può fermare il tempo e fa impazzire gli orologi, viene rianimata all'improvviso dall'arrivo di una fiera itinerante.
Qui incontreremo personaggi decisamente fuori dalle righe, non solo per le loro particolari capacità, ma anche per il loro modo di vivere, interagire e muoversi nel mondo di Cali e con lei. Infatti la ragazza, da prima intimorita da questo luogo, finirà per trovarvi il suo posto e diventare parte di questo gruppo.
Il clima che aleggia sulla fiera è a metà tra il gotico e il vintage, ammantato da un perenne alone di mistero e segreti. Per tutto il tempo il lettore viene attratto verso Fantàzia's carnival, che come una sirena richiama la sua attenzione e fa venir voglia di scoprirne i segreti. 
Già da qui capite perché è stata una gran lettura.
Se vogliamo, invece, soffermarci sui personaggi allora parliamo di Cali e Orpheus, i due meraviglioso protagonisti.
Cali è una ragazza di quasi 18 anni, riservata ma allegra e solare. Aiuta la mamma a mandare avanti la famiglia, si prende cura dei suoi fratelli minori e ha due amici fantastici su cui contare. E sì, le capita di fermare il tempo quando si agita o ha paura. Una cosa che esula dal suo controllo e che lei nasconde con cura a chiunque. Solo sua madre e la sua migliore amica sanno. Unica pecca, ma coerente con la sua età e con l'evoluzione che, di sicuro, avrà nel secondo capitolo, la sua fissazione per il belloccio della scuola. Lui la tratta da schifo, la rigira e la sfrutta e lei ci casca ogni volta. Sempre. Ma porca miseria, Cali, svegliati! No, lo hai visto Orpheus?!? Che cavolo fai col biondo slavato????

Al pesciolino più incantevole in cui le acque terresti abbiano avuto l’onore di incappare: buon compleanno. Spero, forse un po’ egoisticamente, che i miei auguri ti giungano per primi.

Passiamo a Orpheus. Lo amerete. Sensuale, educato, gentile, con la inquietante capacità di leggere le paure più profonde delle persone e un fascino d'altri tempi. È un personaggio così ben caratterizzato che l'autrice, dopo le prime volte, potrebbe pure non nominare più il suo nome che lo riconosceremmo lo stesso. Ho passato il libro chiedendomi chi è, da dove arriva e perché sembra che lui e Cali siano legati. Ho passato il libro a innamorarmi di lui.

Anche gli altri personaggi, più o meno secondari, più o meno incisivi hanno tutti caratteristiche ben precise che li rendono non solo facili da memorizzare, ma quasi tangibili per il lettore. È come muoversi in una stanza nebulosa, intrigante ma anche inquietante, in compagnia di vecchi amici.

La forza di Samila, per me, sta proprio in questo. Non è solo narratrice, ma vera e propria regista. Crea una storia, le da un ambientazione magnetica e poi ci inserisce personaggi che, da subito, attraggono il lettore. Come si può resistere?

Non si può e infatti io ora sono in astinenza di Orpheus in attesa del secondo volume.

Che dite? Vi ho convinto a leggerlo? Spero di sì, perché merita davvero molto!

Commenti

Post popolari in questo blog

Recensione Viaggio Al Centro Della Terra Di Jules Verne

Ciao a tutti. come state? Oggi vi parlo di un grande classico, un libro che tutti noi dovremmo leggere, un libro che ha ispirato un film fantastico. Parlo del Viaggio al Centro della Terra. AUTORE: JULES VERNE nacque a Nantes, l'8 febbraio 1828. A d  undici anni,  gi mosso  dallo spirito d'avventura, cerc di imbarcarsi clandestinamente sulla nave La Coralie, ma fu scoperto per tempo e  bloccato  dal padre. A vent'anni si trasfer a Parigi per studiare legge, e nella capitale entr in contatto con il miglior mondo intellettuale dell'epoca. Frequent soprattutto la casa di Dumas padre, dal quale venne incoraggiato nei suoi primi tentativi letterari. Intraprese dapprima la carriera teatrale, scrivendo commedie e libretti d'opera; ma lo scarso successo lo costrinse nel 1856 a cercare un'occupazione pi redditizia presso un agente di cambio a Parigi. Un anno dopo sposava Honorine Morel. Nel frattempo entrava in contatto con l'editore Hetzel di Parigi e,

Recensione La Trilogia Delle Gemme Di Kerstin Gier

Ciao a tutti come state? Come avete passato il Natale? Oggi vi vorrei parlare della trilogia delle gemme che ho letto un paio di giorni fa. AUTRICE: Ha studiato musicologia, germanica e anglistica, prima di passare allo studio di pedagogia della comunicazione e della psicologia, laureandosi poi in educazione e divenendo insegnante. Dopo diversi lavori, nel 1995 ha iniziato a scrivere romanzi femminili. Vive con il marito e il figlio in un villaggio vicino a Bergisch Gladbach. Dal suo primo libro,  Männer und andere Katastrophen  (1996), è stato realizzato il film omonimo con Heike Makatsch nel ruolo della protagonista.Nel 2005 ha ricevuto il  Premio Delia  internazionale di letteratura per  Ein unmoralisches Sonderangebot , come miglior libro di letteratura romantica in lingua tedesca. Della  Trilogia delle gemme  è stata realizzata una serie di film: il primo,  Ruby Red , è uscito in Germania il 14 marzo 2013; il secondo,  Ruby Red II , è uscito il 7 agosto 2014, mentre il te

Recensione la corte di fiamme e argento di Sarah J.Maas

  Torna a stupirci la queen dei fae con il suo nuovo e attesissimo romanzo ACOSF, libro dedicato interamente a Nesta, sorella di Feyre. AMAZON: https://amzn.to/3b5xWHn TRAMA: Nesta Archeron non è quel che si dice un tipo facile: fiera del suo carattere spigoloso, è particolarmente facile alla rabbia e poco incline al perdono. E da quando è stata costretta a entrare nel Calderone ed è diventata una Fae contro la sua volontà, ha cercato in ogni modo di allontanarsi dalla sorella e dalla corte della Notte per trovare un posto per sé all’interno dello strano mondo in cui è costretta a vivere. Quel che è peggio è che non sembra essere ancora riuscita a superare l’orrore della guerra con Hybern. Di certo non ha dimenticato tutto ciò che ha perso per colpa sua. A rendere ancora più irritante la sua situazione, poi, ci pensa Cassian, apparentemente dotato di una naturale predisposizione a farle perdere il controllo. Ogni occasione è buona per stuzzicarla e provocarla, rendendo però allo stesso