Passa ai contenuti principali

Uscite Maggio Fazi Editore

Franco Faggiani 
IL GUARDIANO DELLA COLLINA DEI CILIEGI 
euro 16,00
In libreria dal 2 maggio 



TRAMA:
Il guardiano della collina dei ciliegi racconta la storia di Shizo Kanakuri, maratoneta olimpico la cui vicenda è leggendaria. Nato a Tamana, nel Sud del Giappone, Shizo venne notato giovanissimo per la sua estrema abilità nella corsa. Nel 1912, grazie al sostegno dell’Università di Tokyo, e agli allenamenti con Jigoro Kano, futuro fondatore del judo, Shizo ebbe modo di partecipare alle Olimpiadi svedesi. Dopo un avventuroso viaggio per raggiungere la Svezia, già dato come favorito e in vantaggio sugli altri concorrenti nella maratona, a meno di sette chilometri dal traguardo, Shizo mancò il suo obiettivo e per ragioni misteriose anche a se stesso sparì nel nulla dandosi alla fuga. Da qui ha inizio la storia di espiazione e conoscenza che porterà il protagonista di questo libro dapprima a nascondersi per il disonore dopo aver fallito la sua missione, poi a trovare la pace come guardiano di una collina di ciliegi. Nel 1967, Shizo, invitato nuovamente a Stoccolma per concludere la sua fatidica gara ottenne il tempo record di 54 anni, 8 mesi, 6 giorni, 5 ore, 32 minuti, 20 secondi e 3 centesimi. 
La forza dei sentimenti e la capacità di guarigione data da sport e natura sono al centro di questa toccante vicenda umana in cui al centro c’è un uomo che, dopo aver perso tutto, riuscì a ritrovare se stesso nella solitudine dei boschi sacri. 
Su La manutenzione dei sensi hanno scritto: «Il male di vivere, oggi, si cura ad alta quota e la fuga dalla città spesso diventa una salvezza». Zita Dazzi, «Robinson - la Repubblica» «La manutenzione dei sensi si sviluppa seguendo una rotta interiore originale e commossa in cui è necessario cambiare per sopravvivere e dare un senso al tempo». Sergio Pent, «La Stampa» «In questo libro, il lutto, la malattia diventano le armi di una salvezza che ha tutta la forza del vento». Jessica Chia, «Corriere della Sera» «La manutenzione dei sensi è un romanzo riuscito, sfaccettato e sentimentale, nel miglior senso possibile». Bianca Garavelli, «Avvenire» 
Un autore che ha saputo toccare il cuore dei suoi lettori. 

AUTORE:
Franco Faggiani vive a Milano e fa il giornalista. Ha lavorato come reporter nelle aree più calde del mondo. Ha scritto manuali sportivi, guide, biografie, ma da sempre alterna alla scrittura lunghe e solitarie esplorazioni in montagna. Con il romanzo La manutenzione dei sensi (Fazi 2018), già tradotto in Olanda, vincitore del Premio Parco Majella, del Premio letterario Città delle Fiaccole e finalista al Premio Cortina 2018 e al premio Wondy 2019, ha ottenuto un grande successo di critica e di pubblico. 





César Aira 
COME DIVENTAI MONACA 
euro 16,00 
In libreria dal 9 maggio 


TRAMA:
Madre, padre e figlia si sono appena trasferiti in città. Il padre prende per mano la bambina e la porta a mangiare il gelato, una delizia mai provata prima. Fra tutti i gusti e colori, la bambina, emozionata, sceglie la fragola. Ma il gelato è disgustoso! Il padre si arrabbia e la costringe a mangiare tutta la coppetta. Infine assaggia anche lui il gelato: effettivamente, è avariato. Torna sul luogo del misfatto e, preso da un raptus, uccide il gelataio affogandolo nel gelato alla fragola. Finisce così in carcere. Dopo un periodo in ospedale per l’intossicazione, la bambina va a scuola in ritardo. Non sapendo leggere né scrivere, trova rifugio nella sua prodigiosa fantasia, con la quale costruisce mondi sensibili e delicati, poetici e meravigliosi. Tanto da arrivare a parlare di sé al femminile. Scopriamo infatti solo alla fine della storia che il vero nome della bambina è César, proprio come l’autore... A chiamarlo per la prima volta per nome è una donna sconosciuta: la moglie del gelataio, che consumerà la sua vendetta... 
«Un romanzo indimenticabile». Roberto Bolaño «Il più grande autore argentino vivente». «The Nation» «Immagino che César Aira sarà il primo argentino a vincere il Nobel». Carlos Fuentes 

AUTORE:
César Aira. Nato in Argentina nel 1949, è uno dei più importanti autori latinoamericani contemporanei. Ha pubblicato più di 120 libri e tradotto autori come Franz Kafka, Jane Austen, Stephen King. Scrive regolarmente per «El País». Fazi Editore ha pubblicato Il pittore fulminato. 





Marcus Malte 
IL RAGAZZO 
euro 20,00
In libreria dal 30 maggio 
TRAMA:
Un ragazzo senza nome si aggira per le campagne francesi. Non ha mai visto altro essere umano all’infuori della madre, che porta sulle spalle. È morta, lui cerca il mare – è stata quella l’ultima parola della madre – e quando ci arriva ne brucia il corpo. Poi si mette in cammino. Prova ad avvicinarsi ai suoi simili, lui che è più bestia che uomo, non parla, non sa parlare. Nel suo lungo percorso costellato di tante iniziazioni, girerà la Francia insieme all’orco dei Carpazi, scoprirà i segreti del sesso grazie alla giovane Emma, farà esperienza della barbarie durante la guerra, e alla fine tornerà a sentire, forte, il richiamo del mare... 
«Questo romanzo è un meteorite che è precipitato nei giardini del mondo letterario». Giuria Prix Femina 
«Da questo romanzo usciamo a bocca aperta: Marcus Malte è decisamente un autore incredibile, che oscilla tra poesia, noir ed epica. Ha la capacità di sorprendere ed è una delizia per il lettore». «Libération» 
«Marcus Malte ha del fegato e un’ambizione più che legittima. La sua scrittura non smette di cambiare a seconda delle situazioni del romanzo, ora poetica e spassosa, ora aspra e violenta». «Lire» 
«Il linguaggio è denso, le immagini di un’inventiva e di una forza folgoranti. In questa magistrale narrazione alla scoperta della sofferenza del mondo si passa dalle risate alle lacrime». «La Vie» 

AUTORE:
MARCUS MALTE. Pseudonimo di Marc Martiniani, nato nel 1967, è un autore francese il cui successo era stato finora legato al genere poliziesco. Con Il ragazzo Malte cambia decisamente rotta e pubblica il suo primo grande romanzo letterario. 





Fanny Pigeaud, Ndongo Samba Sylla 
L’ARMA SEGRETA DELLA FRANCIA IN AFRICA Una storia del franco CFA, Comunità Finanziaria Africana 
Euro 18,00
In libreria il 2 maggio 
      
TRAMA:
Quando le sue colonie in Africa ottennero l’indipendenza, all’inizio degli anni Sessanta, la Francia eseguì un gioco di prestigio formidabile. Pur riconoscendo ufficialmente la sovranità politica dei nuovi Stati, mantenne il controllo delle loro economie grazie a un’arma tanto potente quanto invisibile: il loro sistema monetario. La Francia, infatti, esercitò una forte pressione sulle ex colonie affinché continuassero a usare la moneta in uso in quei paesi fin dal 1945: il franco CFA (che inizialmente significava franco delle Colonie Francesi d’Africa e oggi invece è diventato acronimo di Comunità Finanziaria Africana), una moneta emessa e controllata da Parigi. Il franco CFA è così diventato il cordone ombelicale che ha continuato a stringere il collo delle ex colonie e che ancora oggi – a più di mezzo secolo dalla fine del colonialismo francese – garantisce alla Francia il controllo di un’enorme area economica in Africa. Oggi sono quattordici gli Stati africani – con una popolazione complessiva di 155 milioni di persone – che appartengono alla cosiddetta “zona del franco”. Da diversi anni il franco CFA è al centro di un acceso dibattito – non solo in Francia. Secondo il governo francese, il franco CFA è un fattore di integrazione economica e di stabilità monetaria e finanziaria. Per contro, secondo gli oppositori della moneta – che include numerosissimi economisti e intellettuali africani (e non solo) – essa rappresenta a tutti gli effetti una forma di “schiavitù valutaria”» che impedisce lo sviluppo delle economie africane. Come scrivono gli autori, «negli ultimi anni si sono moltiplicate le voci – in strada, sui social network, nei circoli intellettuali o artistici – che chiedono la fine del franco CFA ». Come è noto, da alcuni mesi il dibattito è sbarcato anche in Italia. Le recenti dichiarazioni di Di Maio e di Di Battista – secondo cui il franco CFA sarebbe «lo strumento attraverso cui la Francia gestisce la sovranità di questi paesi impedendo la loro legittima indipendenza e costringendo molti africani a emigrare» – hanno infatti scatenato un’aspra crisi diplomatica tra Roma e Parigi. Quanto c’è di vero in queste parole? In questo libro, la giornalista francese Fanny Pigeaud e l’economista africano Ndongo Samba Sylla per la prima volta gettano luce, con un linguaggio semplice e accessibile, sui complessi meccanismi neocoloniali che si celano dietro al franco CFA e su come i dirigenti francesi abbiano combattuto – anche con la violenza – tutti coloro che negli anni si sono opposti al sistema CFA. 

AUTORE:
Fanny Pigeaud è una giornalista indipendente. Collabora soprattutto con «Mediapart». 
Ndongo Samba Sylla è un economista che si occupa di ricerca. 





Chiara Panzuti 
ABSENCE 3 – LA MEMORIA CHE RESTA 
euro 15,00
In libreria dal 9 maggio 
TRAMA:
Faith Meyers è diventata invisibile. Un’organizzazione sconosciuta le ha somministrato un siero che l’ha fatta scomparire agli occhi del mondo e dalla memoria dei suoi cari. Insieme a Jared, Scott e Christabel, vittime come lei della stessa sorte, la ragazza è stata coinvolta in un esperimento di cui non conosce le regole né lo scopo. Unici indizi: i biglietti di uno sconosciuto vestito di nero, il solo in grado di vederli, che conduce Faith e i suoi compagni, con altri due gruppi di ragazzi, ai quattro angoli del pianeta, alla ricerca dell’antidoto che permetterà ai migliori di loro di tornare visibili. Nel volume conclusivo della trilogia, tutti i tasselli andranno finalmente a posto componendo il disegno crudele di un uomo ossessionato dal proprio passato e divorato dal desiderio di vendetta. Tornare visibili è davvero essenziale per realizzare se stessi? Fino a che punto il giudizio degli altri determina la nostra esistenza? La memoria che resta è l’ultimo capitolo di un percorso di crescita personale, che dallo smarrimento dell’infanzia, dalla rabbia dell’adolescenza, approda finalmente alla consapevolezza dell’età adulta. Un finale inaspettato dove l’obiettivo non è più tornare ciò che si era, ma accettare ciò che si è diventati. 
Hanno detto di Absence: «Chiara Panzuti affronta un tema importante, e lo fa con una penna lucida e una storia avvincente: si addentra nei meandri delle dipendenze virtuali, analizzando ciò che resta di una vita che appare sempre più anonima e schiava del progresso». Giulia Ciarapica, «Leggere:tutti» «Chiara Panzuti ci regala un libro nuovo, originale, che tiene svegli di notte: Absence è perfetto per tutti ed è sicuramente un romanzo che dovete assolutamente leggere!». «Il colore dei libri» «Complimenti alla scrittrice di questa insolita e incredibile storia. È un viaggio nell’animo umano narrato con grande sensibilità e rara maestria». «Crazy For Romance» 

AUTRICE:
Chiara Panzuti nasce nel 1988 a Milano, città in cui attualmente vive. Diplomata in studi classici, frequenta un corso di Illustrazione e Animazione Multimediale presso l’Istituto Europeo di Design. Coltiva la passione per la scrittura da quando è piccola. Dopo Il gioco dei quattro e L’altro volto del cielo, La memoria che resta è il volume conclusivo della trilogia di Absence. 







Sophie Jomain 
ORIGINI – PARTE SECONDA 
euro 15,00
In libreria dal 23 maggio 
TRAMA: 
La giovane Hannah intraprende il viaggio contro le proprie paure e per amore raggiunge le viscere della comunità nemica, insieme ai più cari amici e a nuovi incontri, spesso femminili, che smussano le durezze della vita. Distrutta, sfinita ma instancabile, affronta emozioni che, anche trafiggendola, la renderanno donna. Leith, la sua anima gemella, è vittima di un potente sortilegio e ha perso la memoria. Non sa chi sia Hannah, ha dimenticato tutto e tutti. Altri ricordi sono stati impiantati nella sua mente, e al suo fianco ora c’è la splendida femme fatale Shona. Si attende la vendetta dei Guerrieri dell’ombra, terrificanti creature capaci di stermini disumani. Gli stupendi Angeli Neri, da sempre nemici dei mannari, sono pronti e, col coraggio della saggezza e anche dell’ironia, non si tireranno indietro... 
«Perché Origini? In realtà sono stati i lettori a esprimere la loro opinione e a scegliere questo titolo. I loro eroi, Hannah e Leith, andranno nel luogo dove, millenni fa, per i lupi mannari ogni cosa ha avuto origine: le montagne del Sutherland. Ho voluto rendere questo capitolo più epico rispetto agli altri, più articolato e anche più lungo. Naturalmente i lettori ritroveranno Hannah e Leith, ma anche Dario, Gwen, Pierrick e Hermance, Grigore, il Cerchio, il branco e... una piccola sorpresa: un personaggio che hanno già incontrato nel primo capitolo della saga». Sophie Jomain 
I commenti dei lettori sui capitoli precedenti: «Sophie Jomain riscrive il mito e lo fa magistralmente. Vertigine sa come stregare il cuore dei lettori». «L’angolo letterario» «Leggendo Rivalità ho pianto, sofferto e gioito insieme a tutti i personaggi. In base alla mia esperienza posso solo dire: leggetelo. Leggetelo. Leggetelo». «Crazy for Romance» «Mi ha fatto provare emozioni incredibili attirandomi in un mondo meraviglioso da cui non ho nessuna intenzione di fuggire». «Il Colore dei Libri» 

AUTRICE:
Sophie Jomain. Nata nel 1975 a Villefranche-sur-Saone, autrice di fantasy e non solo, a oggi ha pubblicato dodici romanzi. Ha raggiunto la fama grazie alla saga Le stelle di Noss Head, di cui Origini – Head, è il volume conclusivo. 





Giulio Querini 
ODISSEA VENEZIANA 
euro 17,50
In libreria dal 30 maggio 
TRAMA:
Il medico Lorenzo Donin, figlio illegittimo di un nobile veneziano, osteggiato dalle sorellastre e reduce da un fallimentare esordio in politica, si imbarca su una nave della Serenissima per cercare fortuna altrove. Fatto prigioniero, entra nelle grazie del pascià per un atto di coraggio e con lui giunge a Costantinopoli. Lì il giovane, dedito alle letture di carattere medico, si trova di fronte alla misteriosa scomparsa di un volume dell’opera dello scienziato Polibio di Kos. Con l’aiuto del pascià, Lorenzo decide di mettersi in viaggio alla ricerca del manoscritto, prima da Costantinopoli ad Alessandria, poi da Stampalia, piccola isola a largo della Turchia, a Ortigia, sulla costa della Sicilia orientale. Ad accompagnarlo incontri inusuali, passioni intense, il flagello della peste con i suoi dolorosi distacchi e le trame oscure dell’Inquisizione. Un’odissea moderna che rappresenta, innanzitutto, l’imperativo morale dell’uomo che pone se stesso al servizio della conoscenza. 

AUTORE:
Giulio Querini. Ha insegnato Economia in Italia e all’estero. È stato professore ordinario all’Università La Sapienza di Roma e come docente e consulente di varie organizzazioni internazionali ha compiuto numerose missioni in Africa. Con Fazi Editore ha pubblicato il romanzo L’isola e il vento (2004) e Sotto il cielo del Madagascar (2015). 







James Lloyd Carr 
COME I WANDERERS VINSERO LA COPPA D’INGHILTERRA 
euro 17,00
In libreria dal 2 maggio 

TRAMA:
Forte delle teorie calcistiche di Mr Kossuth, un professore profugo dall’Ungheria che, avendo fatto uno studio scientifico del gioco, è convinto di aver trovato i “sette postulati” indispensabili per il successo, della generosità di Mr Fangfoss, un magnate locale con due mogli e un odio viscerale per tutti gli aspetti della vita moderna, che volentieri foraggia il club di cui è presidente, e dell’apporto decisivo di un ex giocatore professionista caduto in depressione, che esce dal suo stato catalettico e ritrova tutta la grinta perduta, questo pugno di calciatori improvvisati gioca contro squadre di ben altra levatura e, senza perdersi d’animo e in maniera del tutto inaspettata, riesce a mietere vittoria su vittoria tra lo sbalordimento generale. E intorno a loro l’intera comunità si mobilita in una gara di solidarietà che dal campo si proietta nella vita di tutti i giorni, sostenendo coralmente un’impresa che viene considerata di importanza capitale per il buon nome di tutti. 
«Come i Wanderers vinsero la Coppa d’Inghilterra, il libro che avevo perduto e al quale dedico questa recensione riparatoria, è un capolavoro». Antonio D’Orrico «È semplicemente il miglior libro di narrativa sul calcio. Non solo il più divertente romanzo mai scritto su questo argomento, ma uno dei grandi classici della letteratura inglese del dopoguerra». D.J. Taylor, «The London Magazine» 

AUTORE:
James Lloyd Carr (1912-1994). Romanziere e editore, è stato ufficiale nella RAF, preside e antiquario. È stato due volte finalista al Man Booker Prize, con Un mese in campagna (Fazi Editore, 2013) e The Battle of Pollocks Crossing (1985). 






Fanny Burney 
EVELINA 
euro 20,00
In libreria dal 16 maggio 
TRAMA:
Figlia non riconosciuta di Lord Belmont, Evelina è allevata amorevolmente dal reverendo Mr Villars che già aveva cresciuto la madre, morta nel darla alla luce. Diciassettenne, alcuni amici la invitano a Londra dove viene introdotta alla vita mondana e conosce Lord Orville, figura nobile e saggia. Il rapporto tra i due, sviluppatosi attraverso tutte le tappe dell’interesse, dell’amicizia e dell’amore e condito da inevitabili incomprensioni e qui pro quo, è uno dei due temi principali del romanzo. L’altro riguarda la travagliata storia del riconoscimento legale di Evelina da parte di Lord Belmont, complicato da uno scambio di neonate da parte di una balia disonesta. L’epilogo vede lo scioglimento felice delle due vicende. Evelina fu un grande successo presso i circoli letterari attivi in quegli anni. Apprezzata e stimata dai maggiori talenti artistici e letterari del tempo, Burney è stata riscoperta di recente dalla critica letteraria che ha avviato la rivalutazione e lo studio sistematico delle scrittrici del diciottesimo e diciannovesimo secolo ingiustamente messe da parte dalla storia letteraria ufficiale. 

AUTRICE:
Frances Burney (1752-1840). Conosciuta come Fanny Burney, è nata a King’s Lynn, Inghilterra. In tutto scrisse quattro romanzi, otto pièce teatrali, una biografia e venti volumi di diari e lettere. Seguirono Cecilia nel 1782 (il titolo Orgoglio e pregiudizio di Austen è tratto dalle pagine finali di questo romanzo), Camilla nel 1796 e The Wanderer nel 1814. 

Commenti

Post popolari in questo blog

Recensione Viaggio Al Centro Della Terra Di Jules Verne

Ciao a tutti. come state? Oggi vi parlo di un grande classico, un libro che tutti noi dovremmo leggere, un libro che ha ispirato un film fantastico. Parlo del Viaggio al Centro della Terra. AUTORE: JULES VERNE nacque a Nantes, l'8 febbraio 1828. A d  undici anni,  gi mosso  dallo spirito d'avventura, cerc di imbarcarsi clandestinamente sulla nave La Coralie, ma fu scoperto per tempo e  bloccato  dal padre. A vent'anni si trasfer a Parigi per studiare legge, e nella capitale entr in contatto con il miglior mondo intellettuale dell'epoca. Frequent soprattutto la casa di Dumas padre, dal quale venne incoraggiato nei suoi primi tentativi letterari. Intraprese dapprima la carriera teatrale, scrivendo commedie e libretti d'opera; ma lo scarso successo lo costrinse nel 1856 a cercare un'occupazione pi redditizia presso un agente di cambio a Parigi. Un anno dopo sposava Honorine Morel. Nel frattempo entrava in contatto con l'editore Hetzel di Parigi e,

Recensione La Trilogia Delle Gemme Di Kerstin Gier

Ciao a tutti come state? Come avete passato il Natale? Oggi vi vorrei parlare della trilogia delle gemme che ho letto un paio di giorni fa. AUTRICE: Ha studiato musicologia, germanica e anglistica, prima di passare allo studio di pedagogia della comunicazione e della psicologia, laureandosi poi in educazione e divenendo insegnante. Dopo diversi lavori, nel 1995 ha iniziato a scrivere romanzi femminili. Vive con il marito e il figlio in un villaggio vicino a Bergisch Gladbach. Dal suo primo libro,  Männer und andere Katastrophen  (1996), è stato realizzato il film omonimo con Heike Makatsch nel ruolo della protagonista.Nel 2005 ha ricevuto il  Premio Delia  internazionale di letteratura per  Ein unmoralisches Sonderangebot , come miglior libro di letteratura romantica in lingua tedesca. Della  Trilogia delle gemme  è stata realizzata una serie di film: il primo,  Ruby Red , è uscito in Germania il 14 marzo 2013; il secondo,  Ruby Red II , è uscito il 7 agosto 2014, mentre il te

Recensione la corte di fiamme e argento di Sarah J.Maas

  Torna a stupirci la queen dei fae con il suo nuovo e attesissimo romanzo ACOSF, libro dedicato interamente a Nesta, sorella di Feyre. AMAZON: https://amzn.to/3b5xWHn TRAMA: Nesta Archeron non è quel che si dice un tipo facile: fiera del suo carattere spigoloso, è particolarmente facile alla rabbia e poco incline al perdono. E da quando è stata costretta a entrare nel Calderone ed è diventata una Fae contro la sua volontà, ha cercato in ogni modo di allontanarsi dalla sorella e dalla corte della Notte per trovare un posto per sé all’interno dello strano mondo in cui è costretta a vivere. Quel che è peggio è che non sembra essere ancora riuscita a superare l’orrore della guerra con Hybern. Di certo non ha dimenticato tutto ciò che ha perso per colpa sua. A rendere ancora più irritante la sua situazione, poi, ci pensa Cassian, apparentemente dotato di una naturale predisposizione a farle perdere il controllo. Ogni occasione è buona per stuzzicarla e provocarla, rendendo però allo stesso