Passa ai contenuti principali

Recensione il Cervo Bianco di Paolo Morganti

Carissimi readers,oggi Tiziana ci parlerà di un libro uscito un pò di tempo fa ma che continua ad affascinare i lettori con la sua meravigliosa copertina.
Conoscete questo libro?



Titolo: Il bosco del cervo bianco
Autore: Paolo Morganti
Anno: 2014 (seconda ristampa 2015)
Genere: romanzo storico
Pagine: 512

TRAMA:
Friuli, 1531
Pre’ Michele è disperato.
Dopo l’ennesima indigestione, questa volta contratta durante il pranzo che segue il sospirato
matrimonio tra lo speziale Martino da Madrìsio e l’eterna fidanzata, la mugnaia Mèliga, è stato mandato dal suo superiore a digiunare lontano dalla contea.
Il prete goloso viene spedito sei mesi in Carnia, dove dovrà sostituire il pievano di Cescláns. Partito con il morale a terra, dopo le iniziali ritrosie è accolto con affetto dalla nuova comunità, che gli fa scoprire un nuovo modo di vivere.
Dopo alcuni giorni, Michele fa la conoscenza di Math, un giovane uomo molto saggio e alquanto
misterioso, che gli svela poco a poco la storia del popolo Celtico, coinvolgendolo in un’avventura al
limite del credibile, tra drùidi, dèmoni e antiche leggende.
Nel frattempo, Martino si è calato con gioia nelle vesti di marito. Quando, vinto dalla malinconia, decide di andare a trovare l’amico pievano sui monti, in sua assenza Mèliga diventa vittima di un intrigo ed è accusata di stregoneria.
Al suo ritorno, Martino scoprirà con orrore chi vi è dietro al complotto ordito per vendicarsi di lui.
Messo di fronte al tragico epilogo, esploderà la sua ira.

RECENSIONE
Questa è la quarta avventura nel Friuli del Cinquecento del pievano prè Michele e dell'alchimista
Martino. La storia si svolge a Cescláns, in Carnia, dove il prete entrerà in contratto con i Celti.

"Tra le genti galliche, ci sono tre categorie
di persone che vengono onorate in modo particolare: i bardi, i vati e i druidi.
I bardi sono cantori e poeti, mentre i vati sono divinatori e filosofi della Natura.
I druidi, invece, studiano contemporaneamente la filosofia della Natura e quella morale. Essi sono
considerati i più giusti tra gli uomini e per questa ragione si ricorre a loro per dispute private e della
comunità"

Definirei questo romanzo un giallo con ambientazione storica e con rimandi alle origini della venuta dei Celti nelle Alpi friulane, seppur l'autore abbia dedicato la maggior parte del libro alla storia dei Celti e alle loro leggende, relegando il giallo alle ultime cinquanta pagine. 
Ho trovato il romanzo scorrevole e piacevole nella lettura, anche se mi ha ricordato altri romanzi dello stesso genere: quindi direi nulla di nuovo.

Risultati immagini per scritta Tiziana

Commenti

Post popolari in questo blog

Recensione Viaggio Al Centro Della Terra Di Jules Verne

Ciao a tutti. come state? Oggi vi parlo di un grande classico, un libro che tutti noi dovremmo leggere, un libro che ha ispirato un film fantastico. Parlo del Viaggio al Centro della Terra. AUTORE: JULES VERNE nacque a Nantes, l'8 febbraio 1828. A d  undici anni,  gi mosso  dallo spirito d'avventura, cerc di imbarcarsi clandestinamente sulla nave La Coralie, ma fu scoperto per tempo e  bloccato  dal padre. A vent'anni si trasfer a Parigi per studiare legge, e nella capitale entr in contatto con il miglior mondo intellettuale dell'epoca. Frequent soprattutto la casa di Dumas padre, dal quale venne incoraggiato nei suoi primi tentativi letterari. Intraprese dapprima la carriera teatrale, scrivendo commedie e libretti d'opera; ma lo scarso successo lo costrinse nel 1856 a cercare un'occupazione pi redditizia presso un agente di cambio a Parigi. Un anno dopo sposava Honorine Morel. Nel frattempo entrava in contatto con l'editore Hetzel di Parigi e,

Recensione La Trilogia Delle Gemme Di Kerstin Gier

Ciao a tutti come state? Come avete passato il Natale? Oggi vi vorrei parlare della trilogia delle gemme che ho letto un paio di giorni fa. AUTRICE: Ha studiato musicologia, germanica e anglistica, prima di passare allo studio di pedagogia della comunicazione e della psicologia, laureandosi poi in educazione e divenendo insegnante. Dopo diversi lavori, nel 1995 ha iniziato a scrivere romanzi femminili. Vive con il marito e il figlio in un villaggio vicino a Bergisch Gladbach. Dal suo primo libro,  Männer und andere Katastrophen  (1996), è stato realizzato il film omonimo con Heike Makatsch nel ruolo della protagonista.Nel 2005 ha ricevuto il  Premio Delia  internazionale di letteratura per  Ein unmoralisches Sonderangebot , come miglior libro di letteratura romantica in lingua tedesca. Della  Trilogia delle gemme  è stata realizzata una serie di film: il primo,  Ruby Red , è uscito in Germania il 14 marzo 2013; il secondo,  Ruby Red II , è uscito il 7 agosto 2014, mentre il te

Recensione la corte di fiamme e argento di Sarah J.Maas

  Torna a stupirci la queen dei fae con il suo nuovo e attesissimo romanzo ACOSF, libro dedicato interamente a Nesta, sorella di Feyre. AMAZON: https://amzn.to/3b5xWHn TRAMA: Nesta Archeron non è quel che si dice un tipo facile: fiera del suo carattere spigoloso, è particolarmente facile alla rabbia e poco incline al perdono. E da quando è stata costretta a entrare nel Calderone ed è diventata una Fae contro la sua volontà, ha cercato in ogni modo di allontanarsi dalla sorella e dalla corte della Notte per trovare un posto per sé all’interno dello strano mondo in cui è costretta a vivere. Quel che è peggio è che non sembra essere ancora riuscita a superare l’orrore della guerra con Hybern. Di certo non ha dimenticato tutto ciò che ha perso per colpa sua. A rendere ancora più irritante la sua situazione, poi, ci pensa Cassian, apparentemente dotato di una naturale predisposizione a farle perdere il controllo. Ogni occasione è buona per stuzzicarla e provocarla, rendendo però allo stesso