Passa ai contenuti principali

Recensione Good Luck Girls di Charlotte Nicole Davis

                         Buona sera lettori,

       Oggi sul blog trovate il libro debutto di                     Charlotte Nicole Davis, edito                                            Rizzoli.

                                 

Amazon: qui

TRAMA:

Le chiamano ragazze della Buona Fortuna, ma tutti ad Arketta sanno che quelle ragazze sono tutto tranne che fortunate: vendute ancora bambine a una “casa di benvenuto”, marchiate con un tatuaggio maledetto e intrappolate in una vita che non avrebbero mai scelto.

Quando una di loro uccide accidentalmente un uomo per legittima difesa, fuggono in cinque dalla casa di benvenuto e intraprendono un viaggio pericoloso e impossibile alla ricerca della libertà, della giustizia e della vendetta, in un mondo che ha negato loro ogni diritto.

Inseguite dai poteri più corrotti e malvagi di Arketta, la loro unica speranza è riposta in una storia della buonanotte tramandata da una ragazza della Buona Fortuna all’altra, una storia a cui solo le più giovani e disperate tra loro sono disposte a credere.

Perché possano sopravvivere, non basterà la buona fortuna. Servirà tutta la forza della loro amicizia.


RECENSIONE:

The Good Luck Girls è un debutto feroce che ti cattura dalla prima pagina e non ti lascia andare finché la corsa non è finita.

La Davis cammina molto bene sul confine tra temi oscuri e un western divertente. La trama è autentica,oscura,raccapricciante e forte. 

Clementine lavora nella Casa di Benvenuto insieme alla sorella. Sono state vendute dai loro genitori quando era piccole nella speranza di dare loro un futuro migliore della povertà. Alle famiglie viene detto che le ragazze saranno ben curate e ottengono un buon prezzo. Inoltre, è una bocca in meno da sfamare per la famiglia, peccato che non è la verità.  Appena entrate nella casa vengono marchiate con un tatuaggio magico a forma di fiore che non si può né coprire né eliminare. Appena entrate nella casa, da piccole, sono “Ragazze della Mattina” e si occupano dei lavori domestici, ma una volta che il fiore tatuato sboccia al compimento dei sedici anni diventano “Ragazze della Sera” e vengono costrette al lavoro per il quale sono state preparate. 

È il giorno del sedicesimo compleanno di Clementin, il che vuol dire che è pronta per accogliere il suo primo cliente. Per sopportare l'agonia di venire violentate da degli sconosciuti , le ragazze sono solite usare il Cardo Dolce, una droga che le inibisce i sensi. Non sarà il caso di Clem. Di fatti, sotto richiesta della sorella, non lo assumerá.

Quello che accade è sconvolgente. Mentre leggevo riuscivo a sentire la paura di Clem nelle ossa. Le cose precipitano ma Clementine riesce ad uscirne viva dopo essersi difesa e uccidendo il suo cliente che la stava quasi per soffocare. 

Aster chiede aiuto ad Tansy e Mallow che la aiuteranno a nascondere il cadavere. Per un crimine del genere Clem può andare incontro alla morte e,dunque, c'è solo una soluzione: la fuga. Una delle ragazze della Casa,Violet, noterà che le ragazze stanno tramando qualcosa. Dopo aver scoperto la verità, decidono di includerla nel gruppo e di scappare tutte insieme.

Inizia così la nostra storia. La fuga verso una società ingiusta.


Ho amato tutto di questo libro.

Arketta si dipinge come un paese fondato sull'equità. I purosangue sono coloro che possiedono le ombre. I sanguesporco sono quelli che nascono senza ombre, sono cittadini di seconda classe. Questo libro ricorda il New Mexico alla fine del 1800 con elementi fantasy. Di fatti ci saranno fantasmi che possono diventare spiriti in tre modi: essere serafanti ovvero spiriti benigni che proteggono i vivi; i rimanenti, spiriti che non riescono ancora ad accettare la morte e non oltrepassano il velo e, infine, i vendicanti spiriti maligni che uccidono gli esseri umani. 

La Davis ha descritto in maniera sublime il tema della schiavitù, il razzismo, il traffico sessuale, la disuguaglianza sociale, il peso che le ragazze affrontano tutti i giorni, gli incubi giornalieri, la perdita dell'infanzia perduta,la privazione della propria identità,il sentirsi sporche, la sensazione di fragilità e la paura costante.

Dove c'è oscurità,c'è anche luce... le ragazze impareranno a sopravvivere, a fidarsi le une delle altre, a essere coraggiose, a puntare i piedi e non sottostare sotto le regole degli altri,sopratutto degli uomini. Grazie alla loro sorellanza riusciranno a guarire il loro animo spezzato e a dire il loro vero nome.

Personalmente ho amato Aster e Violet.

Aster è la capogruppo della banda...è molte cose: la sorella maggiore protettiva di Clementine. Una vittima del traffico sessuale. Una fuorilegge. Una ragazza adolescente. Soffre del suo passato e si tormenta per il futuro ma incanala il suo dolore e il suo odio per trasformarlo in forza e coraggio per sua sorella Clem. Ho apprezzato il fatto che è diffidente verso gli uomini ma,quando sbaglia,riesce a chiedere scusa.

Violet è un ragazza complessa, inizialmente fredda e distaccata, è molto attenta ai dettagli, per questo è la secondo in comando. Non puoi nasconderle niente, lei non ha peli sulla lingua. Lei è la rappresentazione vivente del fatto che il passato, le esperienze e l'ambiente dove sei cresciuto,incidono sulla persona che sei nel presente. Non solo: lei è la rappresentazione del personaggio che evolve. Da egocentrica ed egoista a vulnerabile,coraggiosa ed altruista.

L'ho amata perché insieme ad Aster sono le protagoniste descritte ed analizzate meglio.

Non fraintendetemi: ho amato la gentilezza di Tansy ,la ferocia di Mallow e l'ingenuità di Clem ma ho avuto la sensazione che l'autrice si sia soffermato poco su di loro. Anche la relazione tra Tansy e Mallow è "povera"  avrei preferito leggere di più su di loro. Sicuramente quest'ultime sono meno sviluppate perché all’inizio, sembra che la storia sarà incentrata  dal punto di vista di Clementine o magari più punti di vista, invece l’autrice si focalizza su Aster e Violet. 

Altra cosa che mi ha lasciato con un pò d'amaro in bocca è stata la trama: escludendo i temi trattati e i dettagli, la trama risulta ripetitiva e prevedibile. Di fatti, a metà libro, sapevo già cosa sarebbe accaduto alla fine. Nonostante ciò non mi è importato perché la storia mi aveva completamente assorbita.


Nonostante questo piccolo problema, reputo questo libro molto bello che tratta temi difficili in modo semplice. Un libro che intrattiene e colpisce al cuore. Applaudo la Davis per aver condiviso la sua consapevolezza e conoscenza. Non solo semplicemente scrivendo questa storia, ma anche per aver speso enormi sforzi e tempo per fornire fatti e verità conducendo ricerche (nel caso tu voglia sapere di più dietro, alla fine del libro ci sono tutti i riferimenti ai libri che Davis ha usato/letto).  L'autrice è stata bravissima: è riuscita a mescolare il romance al western, l'historical fiction ad una storia Lgbtq+.

Lo consiglio? Assolutamente si. 

Non vedo l'ora di leggere il prossimo libro. Sono curiosa di sapere cosa ha in serbo per noi l'autrice.

Un grazie speciale alla Rizzoli per aver portato in Italia questo gioiello e per avermi omaggiato con la copia cartacea. 









ATTENZIONE:

Cliccando sui link Amazon citato sopra (e facendo acquisti subito dopo) riceverò da Amazon  una piccola commissione in buoni che userò per comprare libri e altro materiale con cui porterò avanti il canale. Non ci sarà nessun costo aggiuntivo per voi.

Commenti

Post popolari in questo blog

Recensione Viaggio Al Centro Della Terra Di Jules Verne

Ciao a tutti. come state? Oggi vi parlo di un grande classico, un libro che tutti noi dovremmo leggere, un libro che ha ispirato un film fantastico. Parlo del Viaggio al Centro della Terra. AUTORE: JULES VERNE nacque a Nantes, l'8 febbraio 1828. A d  undici anni,  gi mosso  dallo spirito d'avventura, cerc di imbarcarsi clandestinamente sulla nave La Coralie, ma fu scoperto per tempo e  bloccato  dal padre. A vent'anni si trasfer a Parigi per studiare legge, e nella capitale entr in contatto con il miglior mondo intellettuale dell'epoca. Frequent soprattutto la casa di Dumas padre, dal quale venne incoraggiato nei suoi primi tentativi letterari. Intraprese dapprima la carriera teatrale, scrivendo commedie e libretti d'opera; ma lo scarso successo lo costrinse nel 1856 a cercare un'occupazione pi redditizia presso un agente di cambio a Parigi. Un anno dopo sposava Honorine Morel. Nel frattempo entrava in contatto con l'editore Hetzel di Parigi e,

Recensione La Trilogia Delle Gemme Di Kerstin Gier

Ciao a tutti come state? Come avete passato il Natale? Oggi vi vorrei parlare della trilogia delle gemme che ho letto un paio di giorni fa. AUTRICE: Ha studiato musicologia, germanica e anglistica, prima di passare allo studio di pedagogia della comunicazione e della psicologia, laureandosi poi in educazione e divenendo insegnante. Dopo diversi lavori, nel 1995 ha iniziato a scrivere romanzi femminili. Vive con il marito e il figlio in un villaggio vicino a Bergisch Gladbach. Dal suo primo libro,  Männer und andere Katastrophen  (1996), è stato realizzato il film omonimo con Heike Makatsch nel ruolo della protagonista.Nel 2005 ha ricevuto il  Premio Delia  internazionale di letteratura per  Ein unmoralisches Sonderangebot , come miglior libro di letteratura romantica in lingua tedesca. Della  Trilogia delle gemme  è stata realizzata una serie di film: il primo,  Ruby Red , è uscito in Germania il 14 marzo 2013; il secondo,  Ruby Red II , è uscito il 7 agosto 2014, mentre il te

Recensione la corte di fiamme e argento di Sarah J.Maas

  Torna a stupirci la queen dei fae con il suo nuovo e attesissimo romanzo ACOSF, libro dedicato interamente a Nesta, sorella di Feyre. AMAZON: https://amzn.to/3b5xWHn TRAMA: Nesta Archeron non è quel che si dice un tipo facile: fiera del suo carattere spigoloso, è particolarmente facile alla rabbia e poco incline al perdono. E da quando è stata costretta a entrare nel Calderone ed è diventata una Fae contro la sua volontà, ha cercato in ogni modo di allontanarsi dalla sorella e dalla corte della Notte per trovare un posto per sé all’interno dello strano mondo in cui è costretta a vivere. Quel che è peggio è che non sembra essere ancora riuscita a superare l’orrore della guerra con Hybern. Di certo non ha dimenticato tutto ciò che ha perso per colpa sua. A rendere ancora più irritante la sua situazione, poi, ci pensa Cassian, apparentemente dotato di una naturale predisposizione a farle perdere il controllo. Ogni occasione è buona per stuzzicarla e provocarla, rendendo però allo stesso