Passa ai contenuti principali

Intervista a Barbara Spucches

Buongiorno lettori!
Oggi eccomi qui con voi per un’intervista a Barbara Spucches, autrice del libro Nanciscor, di cui potrete leggere presto la recensione in questo blog.
L'immagine può contenere: 1 persona
Parlaci un po' di te.
Ciao, mi chiamo Barbara, ho 24 anni, una laurea in psicologia, e ho avuto la fortuna di nascere in Italia, più specificatamente, in Sicilia, in una località di mare (anche se è più famosa per altro) che si chiama Augusta. Sono una siciliana strana, perché sono molto fredda, ma amo immensamente la mia terra, e porto sempre qualcosa di suo, quando vado da qualche parte. Ho iniziato a parlare a 2 anni, a leggere a 7 e a scrivere a 9… dopodiché non ho più smesso!

Da dove hai preso ispirazione per il tuo romanzo Nanciscor?
Ho finito di scrivere Nanciscor a 14 anni, ed è nato d’impulso, di fatti non è solo fantasy, ma ha anche qualcosa di fantascienza e di mystery.

Scrittori/scrittrici preferiti?
Non ho scrittori preferiti, ma amo J. K. Rowling e P. Pullman, ma mi piace anche H.Brennan, l’Amleto di Shakespeare, e la filosofia greca.

Hai già in progetto altre storie?
Scrivo continuamente, infatti porto con me sempre carta e penna. Come pubblicazioni, sono in programma i sequel di Nanciscor (SPOILER!). Sto scrivendo una storia che mi sta prendendo molto, non so quando la finirò, ma so che sarà importante.

C'è qualche spunto del libro che hai tratto dalla tua vita?
Penso che ogni scrittore prenda spunto dalla propria vita quando elabora una storia, quindi si, prendo spunto. Non solo da avvenimenti, ma anche qualcosa che noto, che attira la mia attenzione (un gesto particolare, un modo di camminare o di esprimersi). Penso che i libri, i personaggi soprattutto, debbano avere qualcosa di riconoscibile, un dettaglio che li renda reali, e quel dettaglio può essere qualsiasi cosa: una parola, un’espressione, un gesto, uno sguardo (si, sono fissata con la tridimensionalità dei personaggi!).

Quali valori vuoi esprimere attraverso la tua storia?
Per quanto riguarda i valori affrontati, i principali sono: la crescita, il coraggio, l’amicizia. In realtà, esiste un valore, che serpeggia lungo tutta la storia, mai espresso chiaramente, ma sottolineato (o almeno ci ho provato) sin dai primi capitoli del libro: il RISPETTO della DIVERSITA’. In ogni volume, viene affrontato un aspetto (perdonate la cacofonia) diverso della diversità: in Nanciscor, è soprattutto quella relativa alle culture. Penso che tocchi a chi scrive, tramandare i valori fondamentali, e penso che il fantasy abbia possibilità di comunicazione uniche.

Il tuo romanzo ha un target di lettori secondo te?
In realtà no, lo hanno comprato ragazzini, bambini, ma anche adulti e devo dire che è stato bello raccogliere impressioni diverse in base all’età, alla maturazione e alla diversità di ognuno.

Hai un tuo blog personale?
Non ho un blog personale, ma ho una pagina Facebook e una di Instagram dedicata interamente a Nanciscor, e alle attività ad esso legate. Se volete, lo potete trovare in entrambe le piattaforme come @nanciscorracconto.

C'è un personaggio con cui ti senti più affine o con cui ti identifichi?
Ci sono molti personaggi che mi piacciono, ma uno solo in cui mi identifico. Faccio un gioco con i miei amici, lo chiamo “il gioco del chi sono”: devono capire chi io sia nella storia… Solo una persona l’ha indovinato!

Curiosità: preferisci scrivere a mano o con il pc?
Dipende da vari fattori: dove sono, cosa scrivo, se è una cosa impulsiva o meno etc. Se, per esempio, è una storia lunga, anche se non è una regola fissa, preferisco scrivere al pc… ma io per non sbagliare porto sempre carta e penna con me!

Cosa consigli a chi vuole intraprendere la carriera dello scrittore?
Onestamente non penso di essere la persona più adatta a dare consigli… però penso che qualsiasi bravo scrittore, debba essere prima un buon lettore, non in senso quantitativo, ma qualitativo: leggete cose belle, storie che vi “riempino” (come quando andate al teatro o al cinema e vedete un film che vi lascia soddisfatti e sognanti), non importa se siano poesia, prosa o libri di scuola, voi leggetele, lentamente, riflettete su ciò che leggete, conversatene, scambiate opinioni su quello e/o su questo. Non vi fermate mai a un genere solo, ma leggete tutto.
                                                        Risultati immagini per scritta Tiziana

Commenti

Post popolari in questo blog

Recensione Viaggio Al Centro Della Terra Di Jules Verne

Ciao a tutti. come state? Oggi vi parlo di un grande classico, un libro che tutti noi dovremmo leggere, un libro che ha ispirato un film fantastico. Parlo del Viaggio al Centro della Terra. AUTORE: JULES VERNE nacque a Nantes, l'8 febbraio 1828. A d  undici anni,  gi mosso  dallo spirito d'avventura, cerc di imbarcarsi clandestinamente sulla nave La Coralie, ma fu scoperto per tempo e  bloccato  dal padre. A vent'anni si trasfer a Parigi per studiare legge, e nella capitale entr in contatto con il miglior mondo intellettuale dell'epoca. Frequent soprattutto la casa di Dumas padre, dal quale venne incoraggiato nei suoi primi tentativi letterari. Intraprese dapprima la carriera teatrale, scrivendo commedie e libretti d'opera; ma lo scarso successo lo costrinse nel 1856 a cercare un'occupazione pi redditizia presso un agente di cambio a Parigi. Un anno dopo sposava Honorine Morel. Nel frattempo entrava in contatto con l'editore Hetzel di Parigi e,

Recensione La Trilogia Delle Gemme Di Kerstin Gier

Ciao a tutti come state? Come avete passato il Natale? Oggi vi vorrei parlare della trilogia delle gemme che ho letto un paio di giorni fa. AUTRICE: Ha studiato musicologia, germanica e anglistica, prima di passare allo studio di pedagogia della comunicazione e della psicologia, laureandosi poi in educazione e divenendo insegnante. Dopo diversi lavori, nel 1995 ha iniziato a scrivere romanzi femminili. Vive con il marito e il figlio in un villaggio vicino a Bergisch Gladbach. Dal suo primo libro,  Männer und andere Katastrophen  (1996), è stato realizzato il film omonimo con Heike Makatsch nel ruolo della protagonista.Nel 2005 ha ricevuto il  Premio Delia  internazionale di letteratura per  Ein unmoralisches Sonderangebot , come miglior libro di letteratura romantica in lingua tedesca. Della  Trilogia delle gemme  è stata realizzata una serie di film: il primo,  Ruby Red , è uscito in Germania il 14 marzo 2013; il secondo,  Ruby Red II , è uscito il 7 agosto 2014, mentre il te

Recensione la corte di fiamme e argento di Sarah J.Maas

  Torna a stupirci la queen dei fae con il suo nuovo e attesissimo romanzo ACOSF, libro dedicato interamente a Nesta, sorella di Feyre. AMAZON: https://amzn.to/3b5xWHn TRAMA: Nesta Archeron non è quel che si dice un tipo facile: fiera del suo carattere spigoloso, è particolarmente facile alla rabbia e poco incline al perdono. E da quando è stata costretta a entrare nel Calderone ed è diventata una Fae contro la sua volontà, ha cercato in ogni modo di allontanarsi dalla sorella e dalla corte della Notte per trovare un posto per sé all’interno dello strano mondo in cui è costretta a vivere. Quel che è peggio è che non sembra essere ancora riuscita a superare l’orrore della guerra con Hybern. Di certo non ha dimenticato tutto ciò che ha perso per colpa sua. A rendere ancora più irritante la sua situazione, poi, ci pensa Cassian, apparentemente dotato di una naturale predisposizione a farle perdere il controllo. Ogni occasione è buona per stuzzicarla e provocarla, rendendo però allo stesso