Passa ai contenuti principali

Recensione Scrivi di Marianna Brogi



Risultati immagini per scrivi marianna brogiBuon pomeriggio lettori.
Oggi parliamo di un'uscita della Geeko Editori, letto e recensito dalla nostra Tiziana.






Titolo: SCRIVI
Autore: Marianna Brogi
Anno: 2018
Genere: Narrativa
Pagine: 263
Editore: Geeko Editore











TRAMA
Due donne, due tempi fra loro lontani, un paese antico e remoto, due storie che si intrecciano nel tempo, in un dialogo appassionato e riflessivo. I due fili narrativi di Celeste e Dorotea si dipanano parallelamente, attraverso un affresco affascinante di tempi e luoghi, nelle sfaccettature dell’Italia
del Novecento, fino a confluire in un’unica corrente narrativa, potente ed evocativa.
“Scrivi” è l’imperativo dell’anima che spinge una giovane donna, Dorotea, a “fermare il tempo” attraverso la scrittura, raccontando la vita di Celeste, donna dal forte temperamento nata agli inizi del Novecento, e la storia di Dorotea stessa, ragazza alla ricerca di sé e di una riconciliazione con un
passato doloroso. Le due storie di Celeste e Dorotea, che spaziano dalla Palermo degli anni ’30, alla città di Genova nel Secondo Dopoguerra, all’Emilia dei primi anni Duemila, scorrono parallelamente fino ad incontrarsi a Pennabilli, piccolo paesino montuoso, dove l’anziana Celeste e la piccola Dorotea costruiscono un legame magico. Dorotea, scrivendo, crea un ponte con le persone care che ha perso, la dolce Celeste che l’ha accudita quando era piccola, insegnandole a coltivare immaginazione e curiosità, e il sensibile Marcello, l’amico scomparso prematuramente per cui
ha vissuto due volte e a cui rivolge le sue parole, per raccontare e per chiedere risposte. I capitoli sono un viaggio nell’Italia del Novecento, nelle sue variopinte contraddizioni, ma anche un viaggio all’interno dell’animo umano e delle possibilità aperte dalla “crisi”, economica e personale.


RECENSIONE
“Ti poni le domande, e alla fine trovi delle risposte. Così, nel mio tentativo di fermare il tempo per te e Celeste, racconto ora le nostre vite, come un’unica grande storia, come la storia della Paura che ha perso e della Vita che ha vinto”.
Comincio dicendo che non avevo alcuna aspettativa sul libro, ma mi sono dovuta decisamente ricredere! All’inizio non si comprende bene la struttura della storia né che strada voglia prendere l’autrice, ma, mano a mano che si procede con la lettura, tutti i pezzi si incastrano ed emerge la trama del racconto. Infatti, il romanzo è una sorta di diario che Dorotea scrive sottoforma di
capitoli; in ogni capitolo viene raccontata la storia di Celeste, ai tempi del dopoguerra, e la sua, ai giorni nostri: le due storie scorrono parallelamente fino ad incontrarsi a Pennabilli, piccolo paesino montuoso dell’Emilia-Romagna, in cui l’anziana Celeste e la piccola Dorotea costruiscono un legame magico e duraturo. Storie che si intrecciano, storie che parlano di due epoche diverse e di due
donne diverse, ma entrambe determinate e coraggiose, che vanno avanti per la loro strada, affrontando il mondo a loro modo. Sono rimasta colpita dalla profondità della narrazione che riesce a
trasmettere grandi emozioni. Ho trovato la scrittura scorrevole con uno stile piacevole e curato: un
romanzo maturo, profondo e coinvolgente. Non mancano, infine, i riferimenti storici e bibliografici, oltreché musicali, e questa è una particolarità che mi ha sorpreso piacevolmente. “Scrivi è una storia consigliata a chi è sempre in viaggio, metaforico e non, a chi vive con intensità ogni aspetto della vita, a chi crede nei legami che trascendono la realtà contingente, a chi si immerge nella scrittura per trovare un’unione più profonda con se stesso e con la realtà.”
DA LEGGERE!



NOTIZIE SULL’AUTRICE E DELL’AUTRICE
“Mi chiamo Marianna, e da quando ho imparato a farlo, ho sempre scritto.
Ho due grandissime passioni: libri e cinema. Leggo in particolare romanzi e
saggi storici. Letteratura nord americana (De Lillo, Roth, A.M. Homes,
Franzen, Beatty e molti altri), letteratura sud americana (Marquez, Allende,
Amado) scrittori russi del Novecento (Serge, V. Grossman, Salamov). Adoro
Israel J. Singer e Romain Gary. Il mio libro preferito rimane sempre
Cent'anni di solitudine.
Nel cinema: Tarantino, Polanski, Sorrentino, Scola, Monicelli, Fellini,
Coppola, Scorsese, Allen, Kusturica.
Sto studiando sceneggiatura / fiction presso Bottega Finzioni, a Bologna.”

Commenti

Post popolari in questo blog

Recensione Viaggio Al Centro Della Terra Di Jules Verne

Ciao a tutti. come state? Oggi vi parlo di un grande classico, un libro che tutti noi dovremmo leggere, un libro che ha ispirato un film fantastico. Parlo del Viaggio al Centro della Terra. AUTORE: JULES VERNE nacque a Nantes, l'8 febbraio 1828. A d  undici anni,  gi mosso  dallo spirito d'avventura, cerc di imbarcarsi clandestinamente sulla nave La Coralie, ma fu scoperto per tempo e  bloccato  dal padre. A vent'anni si trasfer a Parigi per studiare legge, e nella capitale entr in contatto con il miglior mondo intellettuale dell'epoca. Frequent soprattutto la casa di Dumas padre, dal quale venne incoraggiato nei suoi primi tentativi letterari. Intraprese dapprima la carriera teatrale, scrivendo commedie e libretti d'opera; ma lo scarso successo lo costrinse nel 1856 a cercare un'occupazione pi redditizia presso un agente di cambio a Parigi. Un anno dopo sposava Honorine Morel. Nel frattempo entrava in contatto con l'editore Hetzel di Parigi e,

Recensione la corte di fiamme e argento di Sarah J.Maas

  Torna a stupirci la queen dei fae con il suo nuovo e attesissimo romanzo ACOSF, libro dedicato interamente a Nesta, sorella di Feyre. AMAZON: https://amzn.to/3b5xWHn TRAMA: Nesta Archeron non è quel che si dice un tipo facile: fiera del suo carattere spigoloso, è particolarmente facile alla rabbia e poco incline al perdono. E da quando è stata costretta a entrare nel Calderone ed è diventata una Fae contro la sua volontà, ha cercato in ogni modo di allontanarsi dalla sorella e dalla corte della Notte per trovare un posto per sé all’interno dello strano mondo in cui è costretta a vivere. Quel che è peggio è che non sembra essere ancora riuscita a superare l’orrore della guerra con Hybern. Di certo non ha dimenticato tutto ciò che ha perso per colpa sua. A rendere ancora più irritante la sua situazione, poi, ci pensa Cassian, apparentemente dotato di una naturale predisposizione a farle perdere il controllo. Ogni occasione è buona per stuzzicarla e provocarla, rendendo però allo stesso

Recensione La Trilogia Delle Gemme Di Kerstin Gier

Ciao a tutti come state? Come avete passato il Natale? Oggi vi vorrei parlare della trilogia delle gemme che ho letto un paio di giorni fa. AUTRICE: Ha studiato musicologia, germanica e anglistica, prima di passare allo studio di pedagogia della comunicazione e della psicologia, laureandosi poi in educazione e divenendo insegnante. Dopo diversi lavori, nel 1995 ha iniziato a scrivere romanzi femminili. Vive con il marito e il figlio in un villaggio vicino a Bergisch Gladbach. Dal suo primo libro,  Männer und andere Katastrophen  (1996), è stato realizzato il film omonimo con Heike Makatsch nel ruolo della protagonista.Nel 2005 ha ricevuto il  Premio Delia  internazionale di letteratura per  Ein unmoralisches Sonderangebot , come miglior libro di letteratura romantica in lingua tedesca. Della  Trilogia delle gemme  è stata realizzata una serie di film: il primo,  Ruby Red , è uscito in Germania il 14 marzo 2013; il secondo,  Ruby Red II , è uscito il 7 agosto 2014, mentre il te