Passa ai contenuti principali

Recensione Aunthur- gli spiriti di Aindual di Medeiros G. Dario

Buon pomeriggio lettori,
finalmente posso parlarvi di questo libro che aspettavo con tantissima ansia e che ho letteralmente divorato.
Sto parlando del secondo volume della saga di Aunthur.
Qui troverete la recensione del primo volume.

Aunthur. Gli spiriti di Aindual

TRAMA:
I frammenti del Diamante Nero sono stati riuniti e il suo utilizzo ha fatto tornare un antico male. Durante lo scontro nel Monte Anthrill, Rhei è stato in grado di evocare un potere mistico e sconosciuto, un incanto che ha permesso alla Dimensione degli Spiriti di interagire con il nostro universo. Ma chi sono gli Spiriti? Perché gli Dei di Aunthur sono stati esiliati dal loro stesso padre, Aindual? Il viaggio di Rhei, Seelen e Aidan continua fra le Profezie e le Memorie di un remoto passato: il passato di Alnair, il ventesimo Domithrill, e del Grande Demone che diecimila anni prima ha seminato il terrore lasciando un profondo segno nella storia del pianeta. Una sola persona conosce i più reconditi segreti di Aunthur: il Narratore di Leggende. Saranno in grado i tre ragazzi di trovarlo prima degli Ombrhal'mir o dovranno attendere che le tre lune si eclissino per svelare il più grande segreto di tutti i tempi? Bentornato su Aunthur, Viaggiatore!

RECENSIONE:
Erano passati giorni dallo scontro nel Monte Anthrill, i frammenti dei Diamente Nero sono stati ricongiunti e, il Grande Demone è stato liberato. Non solo, dopo che Rhei ha evocato un incanto mistico, La Dimensione degli Spiriti ha interagito con Aunthur. Chi sono gli Spiriti? Che fine hanno fatto?

Rhei è assalito da incubi, dubbi,incertezze.
Seelen è tornata a Opus Tera per affinare le sue arti e avvertire i Maestri dei Kymianthir del ritorno del male.

La storia inizia proprio così: in un clima di incertezza e di preoccupazione.

Ben presto però Rhei prende in mano la situazione: è ora di ritrovare le forze e sconfiggere il male, cambiare gli eventi e non ripetere gli stessi errori del ventesimo Domithrill. Per non commettere i suoi stessi errori, però, dovrà trovare il Narratore di Leggende, colui che conosce tutti i segreti di Aunthur. 
Riusciranno i nostri eroi ad arrivare a lui prima del Male?

Quello che subito mi ha colpito di questo libro è l'introduzione di un secondo narratore. Oltre a Rhei possiamo leggere il punto di vista del Grande Demone. Ma chi è veramente costui? Perchè è fondamentale per la narrazione??

Rhei dovrà intraprendere un viaggio molto lungo e molto rischioso per comprendere al meglio il suo potere e non morire per mano di essa. 
Ma,attenzione, il libro ha un altro scopo: farci comprendere al meglio il passato di Aunthur e farci conoscere la storia degli Spiriti e degli Dei.

"Oud'Anthrill, Naha'Enah, Nyha'Gunt, Es'Thrall,Eos'Thrall e Novas'Thal sono caduti. [..]
tutti si chiedono se gli Dei,un giorno,torneranno. E molti si spingono alla loro ricerca.Nessuno è in grado di dire dove essi siano. Nessuno tranne le tre splendide lune di Aunthur, che quando si eclissano mostrano luoghi custoditi da eterei e candidi Spiriti;"

Come?
Attraverso Rhei. Vedremo che durante i suoi viaggi, Rhei, ha delle visioni. Visioni descritte talmente tanto bene che pensavo di essermi trasportata nel libro e di averle io al posto del nostro Domithrill.

"i sigilli sono dentro quei cinque templi e questi appaiono ogni volta che le tre lune si eclissano"

Da questo momento conosceremo dei luoghi nuovi, personaggi nuovi, rivelazioni sconvolgenti, misteri che vengono a galla, pezzi di puzzle che tornano al loro posto. 

Le scene di ricongiungimento, le visioni delle memorie di Aunthur e le scene dove si lotta sono le mie preferite. Dario è stato veramente molto bravo a non annoiare il lettore, a catturare la sua attenzione e a trasportarlo completamente nella storia.

Misticismo, oggetti magici, magia, visioni,passato, Dei,Demoni...è semplicemente tutto perfetto.

Non esagero, Dario ha messo il meglio di se stesso in questo libro e si vede. 

Inutile dirvi di dare una chance a questa saga. 
Un fantasy diverso,curato, originale...
un tumulto di emozioni....
una scrittura scorrevole e molto calamitante...
Insomma, dovete leggerlo per credermi o contraddirmi.



AUTORE:
Nasce in Brasile, a Rio de Janeiro, il 25 Gennaio del '92. Fin da bambino è sempre stato molto legato alla scrittura, tanto da scrivere storie fantastiche e di mondi immaginari fin dall'età di dieci anni. Nell'adolescenza si avvicina alla musica e fonda diversi progetti, arrivando con le sue canzoni a eventi nazionali come il Music Village. Verso i venti anni, decidendo di sfidare le sue doti e i suoi limiti, crea un vero e proprio mondo popolato da stirpi, creature e leggende mai narrate nel panorama letterario fantasy. Da questa sfida nasce il mondo che oggi prende il nome "Aunthur" e, da qui, l'intera saga fantasy. Pubblicato il primo romanzo "Aunthur: L'Ascesa del Domithrill" si rivela un successo nelle scuole e fra i giovani ragazzi. Il romanzo vede la vincita della menzione d'onore al premio letterario nazionale "Gian Galeazzo Visconti", rimarcando la sua originalità con radici ben ancorate nel Fantasy Epico. Durante la stesura del secondo libro prende vita un progetto parallelo all'intera saga, ovvero "Aunthur: Creature e Popoli"; una vera e propria esperienza per il lettore, che si immerge nelle illustrazioni realistiche di Michele Marchionne, conoscendo così le popolazioni e le creature che abitano questo mondo inedito. A Giugno del 2019 esce in tutte le librerie il secondo libro della saga, "Aunthur: Gli Spiriti di Aindual".






Commenti

Post popolari in questo blog

Recensione Viaggio Al Centro Della Terra Di Jules Verne

Ciao a tutti. come state? Oggi vi parlo di un grande classico, un libro che tutti noi dovremmo leggere, un libro che ha ispirato un film fantastico. Parlo del Viaggio al Centro della Terra. AUTORE: JULES VERNE nacque a Nantes, l'8 febbraio 1828. A d  undici anni,  gi mosso  dallo spirito d'avventura, cerc di imbarcarsi clandestinamente sulla nave La Coralie, ma fu scoperto per tempo e  bloccato  dal padre. A vent'anni si trasfer a Parigi per studiare legge, e nella capitale entr in contatto con il miglior mondo intellettuale dell'epoca. Frequent soprattutto la casa di Dumas padre, dal quale venne incoraggiato nei suoi primi tentativi letterari. Intraprese dapprima la carriera teatrale, scrivendo commedie e libretti d'opera; ma lo scarso successo lo costrinse nel 1856 a cercare un'occupazione pi redditizia presso un agente di cambio a Parigi. Un anno dopo sposava Honorine Morel. Nel frattempo entrava in contatto con l'editore Hetzel di Parigi e,

Recensione La Trilogia Delle Gemme Di Kerstin Gier

Ciao a tutti come state? Come avete passato il Natale? Oggi vi vorrei parlare della trilogia delle gemme che ho letto un paio di giorni fa. AUTRICE: Ha studiato musicologia, germanica e anglistica, prima di passare allo studio di pedagogia della comunicazione e della psicologia, laureandosi poi in educazione e divenendo insegnante. Dopo diversi lavori, nel 1995 ha iniziato a scrivere romanzi femminili. Vive con il marito e il figlio in un villaggio vicino a Bergisch Gladbach. Dal suo primo libro,  Männer und andere Katastrophen  (1996), è stato realizzato il film omonimo con Heike Makatsch nel ruolo della protagonista.Nel 2005 ha ricevuto il  Premio Delia  internazionale di letteratura per  Ein unmoralisches Sonderangebot , come miglior libro di letteratura romantica in lingua tedesca. Della  Trilogia delle gemme  è stata realizzata una serie di film: il primo,  Ruby Red , è uscito in Germania il 14 marzo 2013; il secondo,  Ruby Red II , è uscito il 7 agosto 2014, mentre il te

Recensione la corte di fiamme e argento di Sarah J.Maas

  Torna a stupirci la queen dei fae con il suo nuovo e attesissimo romanzo ACOSF, libro dedicato interamente a Nesta, sorella di Feyre. AMAZON: https://amzn.to/3b5xWHn TRAMA: Nesta Archeron non è quel che si dice un tipo facile: fiera del suo carattere spigoloso, è particolarmente facile alla rabbia e poco incline al perdono. E da quando è stata costretta a entrare nel Calderone ed è diventata una Fae contro la sua volontà, ha cercato in ogni modo di allontanarsi dalla sorella e dalla corte della Notte per trovare un posto per sé all’interno dello strano mondo in cui è costretta a vivere. Quel che è peggio è che non sembra essere ancora riuscita a superare l’orrore della guerra con Hybern. Di certo non ha dimenticato tutto ciò che ha perso per colpa sua. A rendere ancora più irritante la sua situazione, poi, ci pensa Cassian, apparentemente dotato di una naturale predisposizione a farle perdere il controllo. Ogni occasione è buona per stuzzicarla e provocarla, rendendo però allo stesso