Passa ai contenuti principali

Recensione La fattoria degli animali Di George Orwell- il graphic novel di Odyr



Buon pomeriggio lettori,
Oggi vi parlo di un grande classico: la fattoria degli animali di Orwell.
Ne avevo sentito tanto parlare ma non ho mai avuto l'occasione di leggerlo.
L'11 Giugno, la Oscar Mondadori , ha pubblicato la graphic novel, realizzato dall'autore brasiliano Odyr.

orwell fattoria animali fumetti

TRAMA:
Gli animali di una fattoria, stanchi dei continui soprusi degli esseri umani, decidono di ribellarsi e, dopo avere cacciato il proprietario, tentano di creare un nuovo ordine fondato su un concetto utopistico di uguaglianza. Ben presto, tuttavia, emerge tra loro una nuova classe di burocrati, i maiali, che con l’astuzia, la cupidigia e l’egoismo che li contraddistinguono si impongono in modo prepotente e tirannico sugli altri animali più docili e semplici d’animo. L’acuta satira orwelliana verso il totalitarismo è unita in questo graphic novel alla felicità di tratto e all’inventiva grafica di Odyr, capace di dare nuova vita a uno dei romanzi più celebri e significativi del Novecento.


RECENSIONE:


Partiamo dal fatto che ho amato questo libro! L'ho divorato in venti minuti. Sono scioccata!

George Orwell è uno scrittore straordinario. 
L'origine di questo testo è un allegoria della Rivoluzione Russa del 1917,nata inizialmente come moto per cacciare lo zar e dare una vita migliore, basata sull'equità.
Dunque ogni personaggio rappresenta un personaggio storico:
-MR Jones equivale allo Zar di Nicola II
-il Vecchio Maggiore rappresenta Lenin, colui che sogna un fattoria dove tutti gli animali sono liberi, però, proprio come Lenin, non vedrà mai progredire la Rivoluzione
-Napoleone è l'altro maiale che conduce la rivolta. Dispotico e violento si assicurerà il potere con l'uso della propaganda. Lui rappresenta Stalin.

All'inizio, pensavo che questo libro sarebbe stato dal punto di vista degli animali; su come vengono trattati, come si aspettano di essere trattati e di come l'uomo è crudele nei loro confronti. 
MA! 
Sono stupita di come Orwell critica le manovre politiche e il regime totalitario, usando gli animali per spiegare la natura degli uomini.
Questo libro racconta di come la classe dominante prende in giro la classe operaia, usando le proprie energie e risorse per il proprio piacere. Di come le persone non fanno assolutamente nulla perchè, nonostante tutto, tra il dire e il fare c'è in mezzo il mare...

George Orwell ha tratto temi politici attraverso un romanzo-favola. Gli animali di una fattoria si ribellano alla tirannia umana, assumendo così il controllo della situazione. A detenere il potere sono i maiali, considerati "esseri con un intelligenza superiore" che dopo aver detto “Tutti gli animali sono uguali”, ritrattano che “Tutti gli animali sono uguali, ma alcuni sono più uguali di altri”, fino al finale drammatico in cui i nuovi padroni si alzano su due gambe come quelli vecchi e confermano la terribile verità.
Di qui capiamo la morale della favola: La sete di potere è ciò che avvelena il cuore dell'uomo. Tutte le rivoluzioni, prima o poi, si trasformeranno in una dittatura.
Un altro messaggio che questo libro lancia è quello che l'ignoranza è un arma preziosa a coloro che detengono il potere, poichè possono manipolare il popolo come meglio credono.

Il mio personaggio preferito? Boxer, le tavole a lui dedicate sono intense e cariche di emozioni....è impossibile non affezionarti a lui.

Un grande applauso a Orwell per esser stato in grado di spiegare la psiche umana, il dilemma politico e sociale avvolto nella forma di questa storia.

Le tavole sono meravigliose,le pennellate senza contorni definiti, i colori scuri per momenti di oppressione e quelle tenue per momenti di serenità....Insomma Odyr è riusciuto a cogliere nel segno il vero valore e significato di questo libro.

Consigliato a coloro che amano una buona graphic novel, un libro intenso, con una morale. Un libro attuale che tratta temi che non possiamo ignorare.
Complimenti anche alla Oscar per aver pubblicato un libro così importante e così curato!

VOTI:
COPERTINA:5/5
TRAMA:5/5
TAVOLE:5/5

Commenti

Post popolari in questo blog

Recensione Viaggio Al Centro Della Terra Di Jules Verne

Ciao a tutti. come state? Oggi vi parlo di un grande classico, un libro che tutti noi dovremmo leggere, un libro che ha ispirato un film fantastico. Parlo del Viaggio al Centro della Terra. AUTORE: JULES VERNE nacque a Nantes, l'8 febbraio 1828. A d  undici anni,  gi mosso  dallo spirito d'avventura, cerc di imbarcarsi clandestinamente sulla nave La Coralie, ma fu scoperto per tempo e  bloccato  dal padre. A vent'anni si trasfer a Parigi per studiare legge, e nella capitale entr in contatto con il miglior mondo intellettuale dell'epoca. Frequent soprattutto la casa di Dumas padre, dal quale venne incoraggiato nei suoi primi tentativi letterari. Intraprese dapprima la carriera teatrale, scrivendo commedie e libretti d'opera; ma lo scarso successo lo costrinse nel 1856 a cercare un'occupazione pi redditizia presso un agente di cambio a Parigi. Un anno dopo sposava Honorine Morel. Nel frattempo entrava in contatto con l'editore Hetzel di Parigi e,

Recensione la corte di fiamme e argento di Sarah J.Maas

  Torna a stupirci la queen dei fae con il suo nuovo e attesissimo romanzo ACOSF, libro dedicato interamente a Nesta, sorella di Feyre. AMAZON: https://amzn.to/3b5xWHn TRAMA: Nesta Archeron non è quel che si dice un tipo facile: fiera del suo carattere spigoloso, è particolarmente facile alla rabbia e poco incline al perdono. E da quando è stata costretta a entrare nel Calderone ed è diventata una Fae contro la sua volontà, ha cercato in ogni modo di allontanarsi dalla sorella e dalla corte della Notte per trovare un posto per sé all’interno dello strano mondo in cui è costretta a vivere. Quel che è peggio è che non sembra essere ancora riuscita a superare l’orrore della guerra con Hybern. Di certo non ha dimenticato tutto ciò che ha perso per colpa sua. A rendere ancora più irritante la sua situazione, poi, ci pensa Cassian, apparentemente dotato di una naturale predisposizione a farle perdere il controllo. Ogni occasione è buona per stuzzicarla e provocarla, rendendo però allo stesso

Recensione La Trilogia Delle Gemme Di Kerstin Gier

Ciao a tutti come state? Come avete passato il Natale? Oggi vi vorrei parlare della trilogia delle gemme che ho letto un paio di giorni fa. AUTRICE: Ha studiato musicologia, germanica e anglistica, prima di passare allo studio di pedagogia della comunicazione e della psicologia, laureandosi poi in educazione e divenendo insegnante. Dopo diversi lavori, nel 1995 ha iniziato a scrivere romanzi femminili. Vive con il marito e il figlio in un villaggio vicino a Bergisch Gladbach. Dal suo primo libro,  Männer und andere Katastrophen  (1996), è stato realizzato il film omonimo con Heike Makatsch nel ruolo della protagonista.Nel 2005 ha ricevuto il  Premio Delia  internazionale di letteratura per  Ein unmoralisches Sonderangebot , come miglior libro di letteratura romantica in lingua tedesca. Della  Trilogia delle gemme  è stata realizzata una serie di film: il primo,  Ruby Red , è uscito in Germania il 14 marzo 2013; il secondo,  Ruby Red II , è uscito il 7 agosto 2014, mentre il te