Recensione Nowhere Girl's Di Amy Reed

Hola readers!
ogni tanto mi faccio viva =)

Oggi vi parlo di un libro che troverete spammato ovunque su instragram, mi aveva incuriosito parecchio e, in occasione della lettura del mese del Booksaddictedclub, ho deciso di leggerlo.


TRAMA:
Chi sono le Nowhere girls? Sono tutte le ragazze, ma a cominciare sono in tre. Tre ragazze speciali che danno vita a un club per combattere, all'interno della loro scuola, e più in generale nella società, il dilagare di una cultura misogina che sta alla base di un tipo di relazione e di un pensiero: Grace Salter, la nuova in città che si è trasferita a causa dei pregiudizi nei confronti della madre, un pastore di vedute un po' troppo ampie per la sua precedente chiesa. Rosina Suarez è gay, e punk. In una famiglia ultra-tradizionalista di immigrati messicani non ha vita facile e la musica resta un sogno mentre si prende cura dei molti cugini e fa la cameriera nel ristorante dello zio. Erin Delillo è un asperger con due fissazioni: Star Trek e la biologia marina. Per lei l'empatia è un concetto incomprensibile e le relazioni con gli altri materia astrusa. Quando Grace scopre che Lucy Moynihan, la ragazza che viveva nella sua casa prima di lei, è dovuta praticamente scappare dopo aver accusato uno dei ragazzi popolari della scuola di stupro di gruppo, si convince che Lucy dovrebbe avere giustizia. Per ragioni diverse anche Rosina ed Erin si sentono toccate dalla tragedia di Lucy e insieme decidono di dare vita a un gruppo anonimo di ragazze per combattere il sessismo nella scuola.

Le Nowhere Girls, una moltitudine di voci diverse, dovranno superare la paura e l’imbarazzo per confrontarsi con coraggiosa onestà e opporsi alle minacce di chi si sente forte e non è disposto a mettersi in discussione. Ma alla fine riusciranno in ciò che sembrava impossibile: le cose possono cambiare e tutti hanno diritto alla felicità. Senza compromessi. Senza discriminazioni.


RECENSIONE:
Parto ringraziando infinitamente la Piemme per avermi inviato la copia del libro, grazie mille!
Parlare di questo libro non è facile...le mie aspettative erano altissime e, purtroppo sono rimasta delusa forse perchè la storia per certi versi, assomiglia alla serie tv TREDICI.
Forse ho sbagliato a leggerlo mentre guardavo la serie, non so...

Ho letto tanti commenti positivi riguardo questo e, essere quella a cui non è piaciuto è destabilizzante.

Partiamo dalle cose che mi sono piaciute:
I TEMI:la scrittrice affronta un argomento molto delicato che, purtroppo, appartiene alla nostra quotidianità...
Violenza psicologica e fisica sulle donne, misoginia, violenza sessuale.
Cos'è la violenza? Violenza è dover sottostare a degli standard per sentirsi accettati, violenza è dover ricoprire un ruolo per sentirsi desiderati, violenza è non dare valore ai no, violenza è avere rapporti sessuali per accontentare, violenza  è non volere, violenza è subire, violenza è dolore....
Ma non solo, parla Parla di femminismo e solidarietà. Parla delle degenerazioni dell'estremismo e dei gesti sbagliati fatti in buona fede.Parla di azioni abominevoli e bestiali. Parla di amore (in mille sfumature), di amicizia, di appartenenza.Parla di coscienza di sé, di amarsi e rispettarsi. Parla del rifiuto di sé e del gettarsi via...

LA FORZA DELLE DONNE: Il movimento Nowhere Girls è per dire basta a quelle che non sono ragazzate e per reclamare la giusta attenzione da adulti che non comprendono o che proteggono le persone sbagliate. 
Ci sono diverse etnie, diversi background familiari, diversi orientamenti sessuali e religiosi. Diversi modi di vedere le cose, la vita, il sesso. Diverse esperienze.
Una meravigliosa occasione di confronto fra tutte le ragazze della scuola che da "nemiche" si trasformano in alleate. Non ci sono più barriere, non ci sono più invidie, rancori, dissapori o pregiudizi.
Tutte si trovano unite, solidali, schierate dalla stessa parte per raggiungere il loro obbiettivo: punire i colpevoli; cambiare lo status quo delle cose, affermare se stesse

Ho apprezzato l'evoluzione delle protagoniste di questa storia...Rosina, Erin e Grace. La prima è gay in una famiglia poco tollerante, la seconda è affetta da asperger e anche se molto intelligente è considerata una strana, e Grace è la ragazza che solitamente si ignora perché né bella, né brutta, né particolare.
Grace che appare insicura, ma piano piano prende sempre più consapevolezza di se stessa, Rosina una dura che cerca di nascondere le sue fragilità ed Erin che manda al diavolo la sua necessità di sicurezza per il cambiamento


Le cose che non i sono piaciute sono state:
LA SCRITTURA: ci ho messo quasi tre settimane a leggerlo...con questo libro purtroppo sono entrata nel blocco del lettore...l'ho trovato molto lento e, in certe occasioni anche noioso.

LA STORIA: come dicevo prima, secondo me, questo libro a tratti assomiglia a tredici, raccontato dal punto di vista di Jessica...ok in questo libro nessuno si è suicidato però Lucy è sparita per cambiare vita...

Voi lo avete letto? 

Secondo me è un buon libro e, sicuramente lo rileggerò per schiarirmi le idee...lo leggerò perchè affronta temi molto importanti e molto delicati. lo leggerò perchè questo libro è un libro che dovrebbero leggere tutte le ragazze!

VOTI:
COPERTINA:5/5
TRAMA:2/5
SCRITTURA:2/5
PERSONAGGI:3/5





1 commento:

  1. Ciao mi presento sono Fedy e anche io come te ho la passione per i libri.
    Trovo il tuo blog molto bello e anche interessante.
    Sono una tua lettrice fissa.Se ti va passa a dare un'occhiata al mio blog http://lapiccolalibreriadelcuore.blogspot.it ne sarei molto felice…

    RispondiElimina

Powered by Blogger.