Passa ai contenuti principali

Recensione L'arco Degli Amori Perduti di Roberta Chillè



Ciao a tutti, scusate se in questo periodo sono parecchio assente ma ho un sacco di lavoro da fare e con questo caldo proprio non riesco. Oggi per fortuna l'aria si è rinfrescata quindi vi vorrei parlare del secondo libro che ha pubblicato la mia amica virtuale Roberta Chillè.

Già in un altro post (lo trovate sotto l'etichetta "Autori Emergenti") vi ho parlato di Roberta. comunque vi farò un riassunto: Roberta nasce a Messina nel 1988, da piccola leggeva moltissimo ma,nel 2008 si è resa conto di quanto un libro potesse renderla completa e da quel momento non ha più smesso. Apre un blog (acupofteandagoodbook) e, finalmente decide di scrivere il suo primo romanzo "Ad ogni battito del tuo cuore" poi, il suo secondo romanzo " l'arco degli amori perduti"

TRAMA:
 Al centro esatto dell'unico e incantevole parco della città di Lavender, definito come un posto magico dai tanti turisti che ogni anno la visitano, si trova un arco fiorito, custode di tanti baci, primi passi dei più piccini che non vedono l'ora di esplorare il mondo e di qualche piccolo segreto.
Un luogo pieno di magia, dove gli amori più difficili con il tempo riescono a ricongiungersi.
Dove tutta la tristezza è spazzata via, se solo per qualche minuto ci si siede a contemplare la serenità che emana un pomeriggio invernale fatto di aria fredda, e la pioggia è pronta a trasformarsi in piccoli cristalli di ghiaccio che fluttuano leggeri come tanti minuscoli petali pieni di speranza.
Qui, in questo paesino incantato, vive Lydia, una ragazza determinata, capace di dare tanto amore quando credeva di non aver più tempo da dedicargli, ecco che ritorna qualcuno in grado di stravolgere la sua quotidianità, come tanti anni fa.
Qualcuno che per tanto tempo è andato via dalla sua vita.
In una delle serate più fredde, chi è stato lontano da lei, proverà a farle battere di nuovo quel cuore ghiacciato come quello di una Principessa, rimasto immobile per tanto tempo.
Se il vero amore è in grado di riuscire a sbloccare l'anima più pura dalle piccole delusioni, allora sarà anche capace di farlo sbocciare più forte di prima. 


RECENSIONE:
Innanzitutto di nuovo complimenti  Roberta!!
Mi hai messa in una posizione molto bizzarra, di solito quando un autore scrive più romanzi scelgo il mio preferito ma, in questo caso non so quale dei tuoi libri io preferisca di più. Ognuno ha una storia particolare, la prima affronta un argomento delicato, quello del coma e, ci insegna che l'amore è la forza più grande che esista in questo mondo; il secondo invece affronta il tema dell'amore perduto e ritrovato e, in questo caso ci insegna che due anime gemelle non si possono separare poichè sono destinate a ritrovarsi sempre, non importa quanto tempo ci voglia, quante difficoltà bisognerà affrontare, si ritroveranno ininterrottamente.
Ho amato in questo secondo romanzo il collegamento "indiretto" alla prima opera narrativa: parlo del nome della piccola cittadina "Lavender" che in un certo senso richiama la passione di Lily (la protagonista di ad ogni battito del tuo cuore) per la lavanda.
Parliamo della storia: è una storia semplice ma non banale, vera ma con quel pizzico di magia che accompagna l'ambientazione e i personaggi... è una storia che ti fa pensare, che ti insegna che non bisogna mai giudicare una situazione o una persona perchè non sapremo mai quello che è realmente accaduto... questo è quello che capita a Ethan, si pensa che sia andato via di punto in bianco forse perchè non amava più Lydia, ma ci sarà un colpo di scena che stravolgerà la storia e...non vi dico altro =)

Adesso siete obbligati a correre a leggere il romanzo, vi lascio i link qui infondo:

Vi lascio con le ultime righe del romanzo:
"Non ho smesso di sperare, non fatelo neanche voi. Lottate per ciò che credete possa essere la cosa giusta per rendervi felici. Siate sempre dei guerrieri coraggiosi e leali. 
L'amore è vita.
L'amore è tutto"

VOTI:
COPERTINA:5/5
TRAMA:5/5
SCRITTURA:5/5
PERSONAGGI:5/5

Commenti

  1. 😍 grazie per le bellissime parole*-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per aver scritto delle storie cosi belle e, di avermi dato l'opportunità di leggerle <3

      Elimina
  2. Bellissima recensione😍Spero di riuscire a leggerlo presto❣️

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devi assolutamente leggerlo! è veramente bellissimo!
      Poi mi dovrai far sapere cosa ne pensi <3

      Elimina
  3. Wow! Che bella recensione! Mi hai convinto e spero di avere presto occasione di leggere Roberta! 😘💓

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille!
      Appena leggi uno dei suoi romanzi fammi sapere cosa ne pensi <3

      Elimina
  4. Ciao, nuova follower; complimenti per il blog e belle letture! Se ti va ti aspetto come lettrice fissa da me; questo è il mio WWW.. appena pubblicato;
    http://ioamoilibrieleserietv.blogspot.com/2017/08/www-wednesday-3.html


    grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! grazie per i complimenti. Ti seguo subito =)

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Recensione Viaggio Al Centro Della Terra Di Jules Verne

Ciao a tutti. come state? Oggi vi parlo di un grande classico, un libro che tutti noi dovremmo leggere, un libro che ha ispirato un film fantastico. Parlo del Viaggio al Centro della Terra. AUTORE: JULES VERNE nacque a Nantes, l'8 febbraio 1828. A d  undici anni,  gi mosso  dallo spirito d'avventura, cerc di imbarcarsi clandestinamente sulla nave La Coralie, ma fu scoperto per tempo e  bloccato  dal padre. A vent'anni si trasfer a Parigi per studiare legge, e nella capitale entr in contatto con il miglior mondo intellettuale dell'epoca. Frequent soprattutto la casa di Dumas padre, dal quale venne incoraggiato nei suoi primi tentativi letterari. Intraprese dapprima la carriera teatrale, scrivendo commedie e libretti d'opera; ma lo scarso successo lo costrinse nel 1856 a cercare un'occupazione pi redditizia presso un agente di cambio a Parigi. Un anno dopo sposava Honorine Morel. Nel frattempo entrava in contatto con l'editore Hetzel di Parigi e,

Recensione La Trilogia Delle Gemme Di Kerstin Gier

Ciao a tutti come state? Come avete passato il Natale? Oggi vi vorrei parlare della trilogia delle gemme che ho letto un paio di giorni fa. AUTRICE: Ha studiato musicologia, germanica e anglistica, prima di passare allo studio di pedagogia della comunicazione e della psicologia, laureandosi poi in educazione e divenendo insegnante. Dopo diversi lavori, nel 1995 ha iniziato a scrivere romanzi femminili. Vive con il marito e il figlio in un villaggio vicino a Bergisch Gladbach. Dal suo primo libro,  Männer und andere Katastrophen  (1996), è stato realizzato il film omonimo con Heike Makatsch nel ruolo della protagonista.Nel 2005 ha ricevuto il  Premio Delia  internazionale di letteratura per  Ein unmoralisches Sonderangebot , come miglior libro di letteratura romantica in lingua tedesca. Della  Trilogia delle gemme  è stata realizzata una serie di film: il primo,  Ruby Red , è uscito in Germania il 14 marzo 2013; il secondo,  Ruby Red II , è uscito il 7 agosto 2014, mentre il te

Recensione la corte di fiamme e argento di Sarah J.Maas

  Torna a stupirci la queen dei fae con il suo nuovo e attesissimo romanzo ACOSF, libro dedicato interamente a Nesta, sorella di Feyre. AMAZON: https://amzn.to/3b5xWHn TRAMA: Nesta Archeron non è quel che si dice un tipo facile: fiera del suo carattere spigoloso, è particolarmente facile alla rabbia e poco incline al perdono. E da quando è stata costretta a entrare nel Calderone ed è diventata una Fae contro la sua volontà, ha cercato in ogni modo di allontanarsi dalla sorella e dalla corte della Notte per trovare un posto per sé all’interno dello strano mondo in cui è costretta a vivere. Quel che è peggio è che non sembra essere ancora riuscita a superare l’orrore della guerra con Hybern. Di certo non ha dimenticato tutto ciò che ha perso per colpa sua. A rendere ancora più irritante la sua situazione, poi, ci pensa Cassian, apparentemente dotato di una naturale predisposizione a farle perdere il controllo. Ogni occasione è buona per stuzzicarla e provocarla, rendendo però allo stesso